Home Cronaca Accecato dalla gelosia maltrattava la moglie, dopo la denuncia di lei arriva...

Accecato dalla gelosia maltrattava la moglie, dopo la denuncia di lei arriva la condanna  

612 views
0
immagine di repertorio

Caltanissetta – Per mesi avrebbe reso un incubo la vita della moglie perché accecato dalla gelosia. Fino a quando, lei, ha deciso di dire basta e di rompere quel muro di silenzio. Raccontando ai carabinieri quello che sarebbe accaduto nel segreto della loro abitazione.

E adesso, l’onda lunga di questa vicenda che ha dato vita a un processo, ha finito per fare scattare l’affermazione di colpevolezza nei suoi confronti.

Così per il  ventinovenne riesino Gabriele Giordano  – assistito dall’avvocato Giovanni Sanfilippo – finito sul banco degli imputati per maltrattamenti. Ora è stato condannato a due anni di carcere dal giudice Nicoletta Frasca che ha accolto le richieste del pm Paolo Lo Giudice.

Pena rimediata per i maltrattamenti che avrebbe riservato alla sua ex moglie, una ventiquattrenne di origine romena che, dopo avere presentato denuncia, ha deciso di non costituirsi parte civile nel procedimento che ne è derivato.

Secondo la ricostruzione della donna, per mesi il marito le avrebbe reso la vita un inferno. Minacciandola, tra l’altro, anche di morte.  «Vedrai che ti ammazzo qualora mi fai le corna, prima o poi lo faccio, se divorzi da me non ti lascerò vivere, ti butterò dal balcone» e in quegli stessi frangenti l’avrebbe afferrata per un braccio mimando proprio quell’azione.

In altre circostanze ancora l’avrebbe presa a schiaffi, in un’altra ancora avrebbe afferrato il suo telefono cellulare scagliandolo contro il pavimento, così da fracassarlo. E poi non le avrebbe risparmiato, ripetutamente, ingiurie di ogni tipo. Una situazione che gli stessi inquirenti hanno indicato come «avvilente».

Tra le pieghe del pronunciamento, la difesa ha poi chiesto la scarcerazione dell’imputato che, adesso, è andato agli arresti domiciliari, in casa della madre, con il braccialetto elettronico.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi