Home Cronaca Acquisti di Natale, vademecum della polizia postale per evitare truffe

Acquisti di Natale, vademecum della polizia postale per evitare truffe

255 views
0

Caltanissetta  – Vademecum della polizia postale per gli acquisti di Natale online. Per evitare truffe in questa ultima corsa al regalo. Una serie di consigli particolarmente utili soprattutto in vista del Natale e del Capodanno, periodo in cui, purtroppo, il fenomeno delle truffe aumenta anche a causa delle offerte a basso costo di regali e pacchetti vacanze.

È in nove punti che la polizia postale ha sintetizzato questo prontuario anti truffa.

In prima analisi consigliando di utilizzare software e browser completi ed aggiornati. Avere sempre un buon antivirus aggiornato all’ultima versione sul proprio dispositivo informatico consente di essere protetti anche nella scelta degli acquisti su internet.

In secondo luogo va data precedenza a siti certificati o ufficiali. Sì, perché in rete è possibile trovare ottime occasioni ma quando un’offerta si presenta troppo conveniente rispetto all’effettivo prezzo di mercato del prodotto che si intende acquistare, allora è meglio verificare le recensioni pubblicate da altri utenti attraverso un comune motore di ricerca. Potrebbe infatti trattarsi di un falso sito o rivelarsi una truffa. È consigliabile dare la preferenza a negozi online di grandi catene già note perché oltre ad offrire sicurezza in termini di pagamento sono affidabili anche per quanto riguarda l’assistenza e la garanzia sul prodotto acquistato e sulla spedizione dello stesso.

Poi un sito deve avere gli stessi riferimenti di un vero negozio. Prima di completare l’acquisto va verificato che sul sito siano presenti riferimenti come un numero di partiva Iva, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l’azienda e i dati fiscali sono facilmente verificabili sul sito dell’Agenzia delle entrate. Un sito privo di questi dati probabilmente non vuole essere rintracciabile e potrebbe avere qualcosa da nascondere.

Vanno sempre letti sempre i commenti e i feedback di altri acquirenti. Prima di passare all’acquisto del prodotto scelto è buona norma leggere i “feedback” pubblicati dagli altri utenti online.

Altro consiglio, su smartphone o tablet utilizzare le app ufficiali dei negozi online. Questo semplice accorgimento permette di evitare i rischi di “passare” o “essere indirizzati” su siti truffa o siti clone che potrebbero rubare i dati finanziari e personali inseriti per completare l’acquisto.

Per gli acquisti vanno utilizzate soprattutto carte di credito ricaricabili Per completare una transazione d’acquisto sono indispensabili pochi dati come numero di carta, data di scadenza della carta ed indirizzo per la spedizione della merce. Se un venditore chiede ulteriori dati probabilmente vuole assumere informazioni personali come numero del conto, pin o password. Al momento di concludere l’acquisto, la presenza del lucchetto chiuso in fondo alla pagina o di “https” nella barra degli indirizzi sono ulteriori conferme sulla riservatezza nella trasmissione dei dati inseriti nel sito e della presenza di un protocollo di tutela dell’utente, per cui i dati sono criptati e non condivisi.

Altro avvertimento, non cadere nella rete del phishing o dello smishing …ovvero nella rete di quei truffatori che attraverso mail o sms contraffatti, richiedono di cliccare su un link per  raggiungere una pagina web trappola e sfruttando meccanismi psicologici come l’urgenza o l’ottenimento di un vantaggio personale, riusciranno a rubare informazioni personali come password e numeri di carte di credito per scopi illegali.

E, infine, un annuncio ben strutturato è più affidabile. Va letto attentamente l’annuncio prima di rispondere. E nel caso in cui dovesse sembrare troppo breve o fornire poche informazioni, non esitare a chiederne altre al venditore. Come dire… non sempre è un buon affare.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi