Home Cronaca Aiutò il cugino in un pestaggio per un amore… vietato, arrestato un...

Aiutò il cugino in un pestaggio per un amore… vietato, arrestato un trentanovenne

695 views
0

Caltanissetta – È stato arrestato per saldare il suo sospeso con la giustizia. È stata la polizia, la squadra mobile in particolare, a eseguire il provvedimento emesso dalla procura.

Destinatario della misura è stato il trentanovenne nisseno Massimo Grasta. L’ordine di esecuzione per espiare la pena detentiva è divenuto esecutivo.

Dovrà scontare due anni e sette mesi di reclusione, sull’onda di una sentenza emessa dal tribunale di Caltanissetta per violenza privata e lesioni personali aggravate. Reati che si sono consumati nel gennaio del 2011.

Grasta – era il 23 gennaio di  dieci anni fa – avrebbe aiutato il cugino durante una spedizione punitiva ai danni di un giovane che, agli occhi degli aggressori, avrebbe avuto la ”colpa” di intrecciare quel rapporto sentimentale con la loro sorella e cugina.

Ed è stato appena al secondo appuntamento che il fidanzato è stato picchiato in un vero e proprio agguato scattato nel buio.

Il giovane aveva da poco accompagnato la sua fidanzata a casa ed era appena risalito in auto. È stato fermato da uno sconosciuto, che gli ha chiesto come si chiamasse. A quel punto è scattato il pestaggio.

Poi il malcapitato ha descritto gli aggressori alla fidanzata e lei è riuscita a risalire al complice, indicandolo nel cugino. Il resto lo avrebbero fatto le indagini dei carabinieri.

E nel processo che ne è derivato è arrivata l’affermazione di colpevolezza. Poi il verdetto è stato confermato dalla corte d’Appello e nel luglio dello scorso anno è divenuta definitiva dopo che la Cassazione ha ritenuto inammissibile il suo ricorso.

Ora il trentanovenne, in forza dell’ordine di arresto, si trova rinchiuso in una cella del carcere Malaspina di Caltanissetta.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.2 / 5. Vote count: 5

Vota per primo questo articolo

Condividi