Home Cronaca Beni confiscati: fondi Pnrr riqualificazione. Cgil e Fillea siciliane scrivono ai...

Beni confiscati: fondi Pnrr riqualificazione. Cgil e Fillea siciliane scrivono ai Prefetti per il rispetto dei tempi di presentazione dei progetti

288 views
0

Palermo – Il Pnrr stanzia per le otto regioni del Mezzogiorno 250 milioni di euro per la riqualificazione e la valorizzazione di beni confiscati alle mafie a cui vanno aggiunti ulteriori 50 milioni progetti particolari che richiedono l’intervento di più soggetti competenti. La scadenza per la presentazione delle domande è fissato dall’Avviso dell’Agenzia per la coesione territoriale per le ore 12 del 24 gennaio. “Sono risorse importanti, da non perdere”, per la Cgil e la Fillea siciliane che, con il segretario regionale d’organizzazione Ignazio Giudice e il segretario generale della Fillea Giovanni Pistorio, hanno scritto ai Prefetti dell’isola per chiedere “il confronto finalizzato alla concertazione delle azioni e degli interventi da realizzare nell’area territoriale di competenza di ciascun Prefetto”.  “La valorizzazione dei beni confiscati- affermano Giudice e Pistorio- è un importante segnale in direzione della legalità, un segno tangibile della lotta alla criminalità organizzata, a beneficio della collettività”. Sono peraltro previsti criteri premiali per l’assegnazione delle risorse per l’utilizzo dei suddetti beni come asili nido o centri antiviolenza per donne e bambini. “Queste risorse- rilevano Giudice e Pistorio- possono dunque innescare percorsi positivi di crescita sociale ed economica oltre che opportunità di lavoro”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi