Home Cronaca «Diffamò il liquidatore», condannato ex commissario straordinario dell’ex Ato CL1

«Diffamò il liquidatore», condannato ex commissario straordinario dell’ex Ato CL1

365 views
0

Caltanissetta – Le sue insinuazioni sarebbero state infamanti nei confronti del commissario liquidatore dell’Ato ambiente.. Così ha deciso il giudice che ha emesso un verdetto di colpevolezza nei suoi confronti .

Piovuto sul capo dell’ex commissario straordinario dell’ex Ato CL1, Enrico Vella  – assistito dall’avvocatessa Cristina Alfieri – finito sotto processo per diffamazione.

Reato di cui si sarebbe reso responsabile nei confronti del commissario liquidatore della stessa società d’ambito, Elisa Ingala – assistita dall’avvocato Diego Perricone – che si è costituita in giudizio.

Il giudice Lorena Santacroce ha condannato l’allora commissario straordinario dell’ex Ato al pagamento di una multa di 2 mila euro, una provvisionale immediatamente esecutiva di 2 mila euro e il pagamento delle spese di giustizia.ma non è tutto. Perché tra le pieghe del pronunciamento è stato anche disposto a suo carico il pagamenti dei danni da stabilire, poi, in un procedimento di natura civile.

La parentesi processuale ha preso le mosse da dichiarazioni rese dallo stesso Vella nell’agosto di sei anni addietro. Quando, riferendosi a un pagamento di 130 mila euro del Comune di Milena a beneficio della stessa società, lo stesso commissario straordinario avrebbe insinuato che quei soldi fossero finiti in un conto del liquidatore.

«Quando è arrivata la comunicazione del versamento – sarebbe quanto sostenuto a quel tempo da Vella – non capimmo di chi fosse quel conto corrente. Poi scoprimmo che il conto corrente era intestato al commissario liquidatore Ingala». Questo il passaggio che gli è costato il processo e, adesso, la condanna.

Già, perché gli inquirenti hanno poi appurato che in realtà quel versamento effettuato dal Comune di Milena era finito su un conto acceso alla banca Popolare Sant’Angelo intestato ad “Ato CL1 spa in liquidazione”.  Da qui la diffamazione nei confronti del liquidatore della società d’ambito.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi