Home Cronaca Biviere di Gela, volontari arrivati da mezzo mondo per ripulire l’area protetta

Biviere di Gela, volontari arrivati da mezzo mondo per ripulire l’area protetta

117 views
0

Gela – Nella riserva naturale Biviere di Gela che sono impegnati. Sono tredici giovani volontari che per due settimane lavorano sotto la direzione del personale dell’ente che gestisce la riserva, la Lipu- BirdLife Italia, impegnato in prima linea sul progetto europeo «Rete Natura 2000».

Ragazzi giunti da tre continenti per fare volontariato in Sicilia. Sono tutti residenti in Europa anche se alcuni di loro sono nati in Africa – in particolare Mali, Senegal e Somalia – o in Sud America, ossia Argentina e Venezuela.

Il gruppo di ragazzi è impegnato «in attività legate alla tutela e alla fruizione dell’area umida – riconosciuta come una zona speciale di conservazione e zona di protezione speciale per gli uccelli – sito di interesse comunitario, per la sua importanza nelle rotte migratorie degli uccelli fra Africa ed Europa, in pratica si tratta della rete delle aree protette dell’Union eeuropea… Il progetto più grande al mondo per la tutela della biodiversità, rete natura 2000», è stato spiegato.

Nella sua complessità il progetto «Greening the present, saving the future», coordinato dall’associazione InformaGiovani», prevede per questa estate la presenza di sei diversi gruppi di volontari nelle riserve naturali di Gela e Isola delle Femmine e al Comune di Geraci Siculo, all’interno del parco delle Madonie. In totale settantotto volontari italiani e stranieri tra i diciotto e i trent’anni.

Più in dettaglio, per quanto riguarda Gela, sono arrivati volontari residenti in Belgio, Francia, Italia, Polonia, Portogallo e Spagna che per un paio di settimane si occupano della manutenzione dei punti di osservazione della fauna, di pulizia delle aree accessibili al pubblico e di attività di prevenzione degli incendi.

«Tutte le attività – – sono supportate dalla commissione europea attraverso il programma comunitario corpo europeo di solidarietà… durante la permanenza i volontari hanno avuto l’occasione di incontrare le associazioni di Acate e di Niscemi, coinvolte in iniziative di educazione ambientale rivolte ai giovani del territorio gelese», ha spiegato coordinatore del progetto, Massimiliano Greco.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi