Home Cronaca Botte da orbi tra pastori, padre e figlio patteggiano 

Botte da orbi tra pastori, padre e figlio patteggiano 

2.874 views
0

Sommatino – Alla fine hanno pagato a caro prezzo per quell’assalto. Consumato anche armati di bastoni. Tant’è che uno dei malcapitati ha poi dovuto fare ricorso alle cure dei medici.

Ora per quell’aggressione – con botte da orbi tra pastori – in tre sono finiti sotto processo e, alla fine, hanno scelto di patteggiare la pena per chiuder il loro conto con la giustizia.

È di 2 anni e 8 mesi ciascuno la condanna comminata  al sessantenne Calogero Ninfosì, al figlio, il trentacinquenne Giovanni Ninfosì e al cinquantunenne Gaetano Nasca – assistiti dall’avvocatessa Angela Porrcello –  tutti di Sommatino.

Raggiunto l’accordo con il pubblico ministero Claudia Pasciuti, la condanna pet lesioni aggravate e minacce è stata ratificata dal gup David Salvucci.

Ma i tre dovranno anche indennizzare il cinquantunenne Salvatore Pietro medico e il fratello Michele, quarantaseienne – assistiti dall’avvocato Giuseppe Dacquì –  che si sono costituiti parti civili nel procedimento che ha preso le mosse dopo una denuncia.

L’entità dell’indennizzo a loro beneficio sarà poi stabilita da un procedimento di natura civile nel momento in cui il pronunciamento diventerà definitivo.

L’aggressione sarebbe avvenuta nell’aprile di due anni fa nelle campagne di Sommatino per questioni di pascolo. E i malcapitati sarebbero stati presi a pugni e calci, ma anche a colpi di pietre e di bastoni.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi