Home Cronaca Botte, insulti e pure il tentativo di strozzarla: lei lo denuncia e...

Botte, insulti e pure il tentativo di strozzarla: lei lo denuncia e scatta un nuovo arresto per un marito violento      

1.574 views
0

Caltanissetta – Botte, insulti e pure il tentativo di strozzarla. E alla fine lo ha denunciato. Così, per la seconda volta in pochi anni, è stato arrestato il marito violento.

Lui che per maltrattamenti alla moglie era già finito in carcere rimediando, poi, pure una condanna.

Adesso il trentatreenne nisseno, M.P.G. – assistito dall’avvocato Ernesto Brivido – è rinchiuso in una cella del «Malaspina» per maltrattamenti alla moglie, di pochi anni più giovane di lui.

Alla fine ha trovato il coraggio di spezzare quel filo  di paura e dire basta. Si è presentata in questura per denunciare i maltrattamenti subiti. E, per ultimo, in un’aggressione lui avrebbe anche tentato di strozzarla.

Così, insieme alle figliolette, dopo la denuncia è stata trasferita subito in una parrocchia. Sì, perché il marito, già dall’ottobre scorso, era ai domiciliari perché accusato di spaccio di cocaina . Per questo lei e le sue figlie si sono dovute trasferire in attesa che, con la procedura del codice rosso, scattasse il provvedimento cautelare a carico del marito. E l’ordinanza è stata firmata adesso dal gip David Salvucci. In forza di questo provvedimento l’uomo è in carcere.

Già nel maggio di tre anni fa il disoccupato è stato arrestato per maltrattamenti alla moglie. I poliziotti, a quel tempo, lo hanno preso mentre inseguiva lei per strada . Fuggiva dalla furia di lui trascinandosi dietro la sua bimba impaurita.

Per questa vicenda poi l’uomo è stato processato e, un paio di anni fa, è stato condannato a venti mesi per i maltrattamenti riservati alla moglie. Poi lei lo ha perdonato e la coppia è tornata a vivere insieme. Ma la musica, col tempo, non è cambiata. Anzi.

Sì, perché il cliché si è ripetuto. Ma questa volta è stata lei a denunciarlo e far scattare il provvedimento cautelare che è stato eseguito in tempi brevi.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi