Home Politica Catania (FdI): “Mio primo disegno di legge su acquisti della regione di...

Catania (FdI): “Mio primo disegno di legge su acquisti della regione di crediti bonus edilizi. Bene governo su abbassamento soglia bonus energia”

468 views
0

Palermo –  “Mi ritengo soddisfatto per il mio primo disegno di legge presentato: l’acquisizione da parte della Regione Siciliana di crediti fiscali relativi a bonus edilizi (superbonus 110% e 90%, sismabonus) Il disegno di legge è stato presentato dai Deputati Regionali di Fratelli d’Italia: Giorgio Assenza, Catania Giuseppe, Daidone Dario, Catania Nicola, Savarino Giusy, Intravaia Marco, Zitelli Giuseppe, Auteri Carlo, Ferrara Fabrizio, Galluzzo Pino. Uno degli obiettivi è consentire alle imprese siciliane che versano in una grave crisi di liquidità di poter continuare ad operare salvaguardando i livelli occupazionali. Inoltre, grazie alla compensazione fiscale effettuata dalla Regione si potrà consentire a migliaia di siciliani di effettuare la riqualificazione energetica delle proprie abitazioni. Il credito fiscale acquisito dalla Regione dovrà provenire da interventi di riqualificazione effettuati nel territorio regionale e da imprese con sede operativa in Sicilia, assicurando una distribuzione uniforme per provincia rapportata alla rispettiva popolazione residente”. Lo afferma l’onorevole Giuseppe Catania, deputato di FdI  all’Ars e sindaco di Mussomeli che aggiunge: “Accolgo con grande favore la modifica decisa dal governo Schifani in merito alla soglia di accesso al bonus energia rivolto alla PMI siciliane.Dopo varie interlocuzioni con le associazioni di categoria e dopo la richiesta che io stesso avevo avanzato nella qualità di vicepresidente della Commissione Attività Produttive dell’ARS, è stata approvata la modifica dell’Avviso “Bonus Energia”, abbassando la soglia minima di aumento dei costi dell’energia da 5000 a 3000 euro, per potere accedere ai contributi regionali. Ringrazio il Presidente Schifani e l’assessore Edy Tamajo per la sensibilità mostrata, senza questa modifica molte piccole imprese che costituiscono la maggioranza del tesuto produttivo locale avrebbero rischiato di rimanere fuori”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1.3 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi