Home Cronaca Cinquanta persone rientrate a Mussomeli in quarantena

Cinquanta persone rientrate a Mussomeli in quarantena

5.895 views
0

MUSSOMELI – Viene definita volontaria la quarantena a cui sono sottoposti cinquanta persone a Mussomeli tra studenti scesi dal Nord, dopo la chiusura delle Università per effetto del coronavirus, ed operai di diverse imprese con cantieri di lavoro aperti in altri regioni del nord Italia ma anche in Sardegna ed altri posti fuori dalla Sicilia e che, quindi, sono in isolamento volontario come prevede la normativa. In realtà, anche se viene definita volontaria è una prescrizione prevista dal decreto governativo e poi dalla successiva ordinanza 5 del Presidente della Regione. Il sindaco Catania interpellato sull’argomento ha confermato l’esistenza di queste persone ed ha sottolineato: “Stiamo facendo tutti i controlli necessari nella prevenzione del virus, non solo per strada ma anche l’elenco di tutte le persone che sono in isolamento, facciamo quotidianamente controlli con la Polizia Municipale proprio presso le loro abitazione per accertarci che effettivamente si trovino in isolamento. Comunque, sono persone che dovendo rientrare hanno seguito le procedure previste dal decreto, quindi hanno contattato  il Comune e si sono informati sui passi da compiere, dopodiché, appena rientrati, hanno fatto comunicazione al loro medico di famiglia, hanno inviato l’email al comune di Mussomeli e si sono registrati sulla  piattaforma  regionale sul sito www.costruire salute.it dove c’è la registrazione online e  si sono messe  in isolamento volontario per  14  giorni così come previsto dal decreto. “Sulla possibilità di effettuare la prova del tampone alla fine del periodo di quarantena su queste persone, la puntualizzazione del sindaco: “Le linee guida dell’Istituto Nazionale della Sanità prevedono che il tampone venga fatto esclusivamente alla presenza contemporanea di queste condizioni: essere provenienti dalla zona rossa, essere stato in contatto con persone positive ed avere contemporaneamente i sintomi. Se manca di fatto una di queste condizioni non si è sottoposti a tampone, coloro che finiscono l’isolamento non sono sottoposti a tampone.”

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4 / 5. Vote count: 24

Vota per primo questo articolo

Condividi