Home Attualità Concorsi di progettazione in due gradi: nel nisseno l’impegno in prima linea...

Concorsi di progettazione in due gradi: nel nisseno l’impegno in prima linea dell’Ordine degli Architetti

922 views
0

Mussomeli – Al via in provincia di Caltanissetta i primi concorsi di progettazione  in  Due  Gradi a valere sul “Fondo Concorsi di Progettazione e Idee per la coesione territoriale” attuativi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – PNRR. I concorsi in atto sono cinque: a Mussomeli, ad Acquaviva Platania, a Marianopoli, a Mazzarino e a Sommmatino.  In questo ambito cìè stato l’impegno in prima libnea dell’Ordine degli Architetti di Caltanbissetta.  Già il 4 Giugno 2022, infatti,  l’Ordine degli Architetti PPC di Caltanissetta  aveva realizzato il Convegno “Guerra in Ucraina, Pandemia e PNRR: Nuovi scenari per l’economia. Concorsi  di Progettazione per accedere ai fondi PNRR”. In quella occasione  L’obiettivo del Consiglio dell’ordine  e del Convegno, perlatro  molto partecipato e che ha visto relatori d’eccezione, con interventi mirati e straordinari, erano, da un lato, stimolare una riflessione sui nuovi scenari economici determinati dalla guerra in Ucraina e dalla pandemia da Covid-19 e, dall’altro, è promuovere la corretta fruizione  dei fondi PNRR, con particolare attenzione ai concorsi di progettazione, che dovevano essere banditi entro il termine ultimo del 18 agosto 2022, poi prorogato con apposito decreto al 18 febbraio 2023. “L’incitamento – spiegano dal Consiglio dell’ordine –   per le amministrazioni pubbliche della provincia, tutte invitate al convegno , era quello di fruire, a beneficio dei territori, delle risorse già stanziate dallo Stato con l’art.12 del DL 121/2021, convertito in legge 156/2021, nel rispetto delle scadenze imposte dal DPCM del 17 dicembre 2021. Nello specifico con tali provvedimenti, è stato infatti costituito un ‘FONDO CONCORSI DI PROGETTAZIONE E DI IDEE PER LA COESIONE TERRITORIALE’ per un investimento complessivo di circa 161 milioni di euro (per il 2022), con l’obiettivo di offrire, agli enti beneficiari, l’opportunità di acquisire progetti qualità, legati alla riqualificazione e rigenerazione urbana ed alla transizione energetica ecologica e digitale, utili per accedere alla programmazione 2021/2027 dei fondi strutturali e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e per partecipare ai bandi attuativi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). A tali risorse potevano accedere le Città Metropolitane, le Province (o i liberi Consorzi Comunali) ed i Comuni con meno di 30.000 abitanti, ricadenti nelle regioni del centro-meridione (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria), nonché i Comuni ricompresi nella mappatura “aree interne”. Pertanto il capoluogo di provincia Caltanissetta e poi Gela erano in partenza escluse. La funzione dell’ordine  è stata quella di promuovere il Fondo e collaborare per mezzo della stipula di Protocolli di Intesa con le amministrazioni che hanno partecipato al convegno, e con chi poi ne ha fatto richiesta, per avere in uso del tutto gratuito la Piattaforma Nazionale Concorsi https://concorsiawn.it del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC gestita per conto del CNAPPC dalla società Kinetica. I risultati sono notevoli. Finalmente sono stati banditi dei Concorsi di Progettazione a due gradi ai quali possono partecipare tutti, nessuno escluso, perchè i requisiti  economico-finanziari, che sono stati sempre un baluardo insormontabile per i più giovani e non, non sono obbligatori ai fini della partecipazione ai Concorsi perché vanno dimostrati a valle, in caso di aggiudicazione. I Concorsi, per come detto, daranno vita a progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana nel segno della transizione verde energetica e digitale, progetti di opere pubbliche per milioni di €uro a valere sui fondi PNRR e sul Fondo di Coesione Territoriale 2021/2027. Il rammarico è che non tutte le amministrazioni hanno colto la importanza della fruizione e dell’utilizzo del Fondo Concorsi di Progettazione ma il risultato resta e rimane importante per il territorio ed è un risultato rilevante anche per l’attività del Consiglio dell’Ordine perché NOI stiamo vivendo il nostro mandato come servizio, e a servizio della Comunità degli Architetti PPC tutta”. L’architetto Rino Bertolone, consigliere dell’Ordine commenta: “Si tratta di un passo in avanti a vantaggio delle nuove e giovani professionalità che in sinergia con le più esperte daranno un notevole contributo”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi