Home Cronaca Concussione, nuovo processo a un professionista su appello della Procura    

Concussione, nuovo processo a un professionista su appello della Procura    

485 views
0

Caltanissetta – Nuovo processo per un professionista. È tirato in ballo per concussione tra le pieghe di una maxi inchiesta di carabinieri e finanza che, nella sua globalità, ha interessato funzionari comunali, imprenditori, vertici di società di mutuo soccorso e tecnici.

In totale ben oltre une ventina gli indagati, a vario titolo, per abuso d’ufficio, concussione, corruzione di pubblico ufficiale, induzione indebita a dare o promettere utilità, falsità materiale commessa da pubblico ufficiale e falsità ideologica in atti pubblici.

In questo caso il quarantunenne nisseno Davide Francesco Iannello  – assistito dall’avvocato Michele Micalizzi – è accusato di essersi rivolto a un imprenditore chiedendo un appuntamento per conto della figlia di un dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di Caltanissetta. La ragazza avrebbe lavorato per conto di uno studio che rilasciava certificazioni “Soa”.

Ma per questa contestazione di concussione  nel primo grado del giudizio Iannello è stato assolto, nonostante la procura ne avesse chiesto la condanna a sette anni e mezzo, che sarebbero scesi a cinque per via della riduzione di un terzo sulla pena prevista dal rito abbreviato-.

Ma poi la procura generale non ha digerito quel pronunciamento assolutorio, chiedendo e ottenendo un nuovo processo, in appello, a carico del professionista.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi