Home Cronaca Consorzio Universitario, bilancio conclusivo del progetto Skill che guarda a sviluppo e...

Consorzio Universitario, bilancio conclusivo del progetto Skill che guarda a sviluppo e territorio

334 views
0

Caltanissetta – A ricevere gli attestati di partecipazione  sono stati diciannove allievi per il corso di Marketing, promozione e commercializzazione dei prodotti agro-alimentari e allieve allieve per il corso “Moda & Tradizione Artigiana”.

Questo, nei “numeri” il computo dei corsi di alta formazione promossi all’interno del progetto Skill dal consorzio universitario di Caltanissetta nel ruolo di partner capofila.

“Subito dopo il nostro insediamento – ha spiegato il presidente dello stesso consorzio, Walter Tesauro – mi sono confrontato con gli altri due componenti del consiglio di amministrazione, Fiorella Falci e Alberto Milazzo e ci siamo trovati nella stessa visione strategica… Volevamo contribuire a creare cultura che non si limitasse a quella tradizionalmente indicata come ambito accademico – ha aggiunto – ma che puntasse verso l’alta specializzazione e questo progetto ci fa capire che siamo nella buona strada. Siamo onorati di aver realizzato un percorso che poi è stato particolarmente apprezzato dai docenti, dai corsisti e dalle aziende che hanno accolto gli allievi per lo stage».

Fanno da eco le parole di Milazzo, secondo il quale «il  consorzio universitario per svolgere la sua funzione al servizio del territorio di riferimento deve lavorare affinché proponga master e percorsi formativi che creino un vero collante con il territorio e per il territorio. La promozione tra attività didattiche, di ricerca e il raccordo tra i territori è la potenzialità più importante che abbiamo il dovere di mettere in pratica». E Marco Spiaggia, neo presidente di Confartigianato Marco Spiaggia, neo presidente di Confartigianato e che si è soffermato «sull’importanza dell’ascolto del territorio— È meraviglioso vedere come la società cresce in qualità e competenze grazie anche ai professionisti che si impegnano a svolgere il ruolo di maestri per le nuove generazioni». Entusiasmo che la docente – esperta del corso di Marketing Renata Accardi e il tutor Giovanni Baglieri – hanno raccontato «essere arrivato caloroso e coinvolgente anche dagli studenti nonostante avessero seguito il percorso in modalità remota a causa delle misure restrittive imposte dalla pandemia…. ringrazio il cda per avere reso il consorzio un’agenzia formativa del territorio, una strada che fa ben sperare per la crescita di tutto il territorio che può beneficiare di prodotti come questo di grande levatura». E la la vicepresidentessa di MeNo, Margherita Orlando, ha  sottolineato che «il consorzio Universitario in questo contesto ha svolto il fondamentale ruolo di catalizzatore di energie e coordinatore dell’intero progetto… e il frutto di questo lavoro si è riscontrato con una risposta da parte degli utenti che è andata ben oltre le iniziali aspettative». Particolare attenzione è stata prestata al progetto di Moda e Tradizione artigiana curato dalle docenti Maria Anna Bonaffini e Giovanna Seminatore e la tutor Anna Rita Donisi. Le due “artiste del filo”, con la loro creatività hanno coinvolto le corsiste nella realizzazione di una mostra espositiva dei lavori svolti. «Questa – ha sostenuto Fiorella Falci – è stata una delle frontiere più interessanti del progetto… vogliamo essere l’espressione di un territorio che ha chiarito a sé stesso che la formazione accademica o professionalizzante può creare sviluppo».

L’ultima iniziativa del progetto Skill è stata dedicata ad aziende e pubbliche amministrazioni che si occupando di terzo settore.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi