Home Cronaca Deceduta in sala operatoria, indagine interna disposta dai vertici dell’Asp

Deceduta in sala operatoria, indagine interna disposta dai vertici dell’Asp

622 views
0

Caltanissetta – Un’indagine interna per fare chiarezza sul decesso di una paziente mentre si trovava in sala operatoria per essere sottoposta a un intervento chirurgico.

L’hanno disposta i vertici dell’azienda sanitaria, una sorta di atto dovuto, ma nel convincimento che non vi siano state pecche nell’operato dei medici.

È la catena sanitaria che ha assistito la cinquantatreenne Antonella Geraldi, ed i cui familiari – assistiti dagli avvocati Giuseppe Panepinto e Massimo Dell’Utri – hanno presentato un esposto ai carabinieri subito dopo il luttuoso epilogo.

Adesso il manager dell’Asp, parallelamente all’indagine penale affidata agli stessi carabinieri sotto il coordinamento della procura di Caltanissetta, ha ritenuto opportuno questa verifica interna per ulteriore trasparenza.

Per chiarire i vari passaggi fin dal momento in cui la paziente è arrivata al pronto soccorso per essere poi trasferita in reparto per entrare in sala operatoria per una presunta occlusione intestinale.

E prima che la donna finisse sotto i ferri – quello poi s’è rilevato il momento fatale – sia al pronto soccorso che in reparto è stata sottoposta ad esami clinici.

Ma, almeno secondo una prima ipotetica ricostruzione degli eventi, in sala operatoria sarebbe entrata il giorno dopo rispetto alla prima ipotetica data che sarebbe stata prospettata.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi