Home Cronaca Delitto Naro, scatta il processo per tre buttafuori

Delitto Naro, scatta il processo per tre buttafuori

398 views
0

Caltanissetta – Scatta il processo per tre buttafuori della discoteca di Palermo in cui è stato ucciso un giovane medico di San Cataldo. Lo ha disposto il gup del tribunale di Palermo, Rosario Di Gioia, coem chiesto dal pm di Palermo, Erico Bologna e dalle parti civili.

Rinviati a giudizio i palermitani Gabriele Citarella, Pietro Covello e Francesco Troia che saranno processati a partire dal 9 giugno dalla corte d’Assise del capoluogo isolano per rispondere dell’accusa di omicidio volontario.

Imputazione legata alla morte dell’allora venticinquenne medico di San Cataldo, Aldo Naro, rimasto ucciso dopo un’aggressione nel febbraio di sette anni fa alla discoteca “Goa” di Palermo.

I familiari della vittima – assistiti dagli avvocati Salvatore e Antonino Falzone –  saranno parti civili nel procedimento.

L’inchiesta ha preso le mosse da una denuncia presentata dai genitori della vittima. Atto che ha riaperto un capitolo che sembrava chiuso. Sì, perché la procura di Palermo ne aveva già chiesto l’archiviazione. E  invece  no.

Perché la famiglia Naro non ha mai creduto a quella iniziale teoria che avrebbe voluto che a uccidere Aldo sia stato un solo calcio sferrato alla nuca dall’allora buttafuori abusivo minorenne Andrea Balsano. Il ragazzo è stato poi condannato a dieci anni di carcere al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato.

Un testimone, peraltro, aveva riferito agli inquirenti che Aldo Naro, mentre era già malconcio sul pavimento, altri lo stavano picchiando.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi