Home Cronaca Delitto nel Ravennate, chiesto l’ergastolo per un ex carabiniere del Nisseno

Delitto nel Ravennate, chiesto l’ergastolo per un ex carabiniere del Nisseno

465 views
0

Caltanissetta – Fine pena mai. La condanna. Che più severa non si potrebbe, è stata chiesta alla corte d’Assise di Ravenna per un ex carabinieri gelese ritenuto coinvolto in un omicidio.

La richiesta è stata avanzata dalla procura di Ravenna nei confronti cinquantasettenne gelese Orazio Tasca, originario di Gela, alla sbarra insieme al suo ex collega, il cinquantottenne Angelo Del Dotto e l’artigiano sessantacinquenne Alfredo Tarroni.

Sono stati tirati in allo per l’uccisione dell’allora ventunenne Pierpaolo Minguzzi, pure lui ex carabiniere, figlio d’imprenditori, rapito a scopo di ricatto e poi ucciso. E ai suoi familiari- secondo la tesi accusatoria – sarebbero stati chiesti soldi –  in particolare trecento milioni di lire – per la sua liberazione nonostante il ragazzo fosse già morto

Il gelese, secondo la procura ravennate, sarebbe stato il telefonista che ha contattato la famiglia Minguzzi per chiedere il pagamento del riscatto.

Per oltre un trentennio il caso è rimasto irrisolto. Era, infatti, anni la notte del 21 aprile del lontano 1987, quando il ragazzo è stato ucciso e il suo corpo gettato in fondo al fiume Po.

Fino a quando la procura di Ravenna, dopo un trentennio in cui le indagini sono rimaste nel limbo, ha riaperto l’inchiesta disponendo pure la riesumazione della salma .

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi