Home Cronaca Detenuto salvato all’ultimo respiro da un agente, il Sinappe: «Personale carente ma...

Detenuto salvato all’ultimo respiro da un agente, il Sinappe: «Personale carente ma riesce a dare il meglio»

635 views
0

Caltanissetta – È stato un agente di polizia penitenziari a salvarlo. A evitare che, in cella, compisse l’estremo gesto. È al carcere Malaspina di Caltanissetta che s’è compiuto il salvataggio.

 È stata opera di un agente che si è accorto delle strane manovre di un detenuto nel cuore della notte. Nel momento in cui s’è reso conto di quello che stava accadendo ha chiamato a raccolto i pochi colleghi presenti.,

Sono entrati in cella riuscendo a tirarlo giù appena in tempo. Un salvataggio all’ultimo respiro che ha scongiurato una tragedia.

 «La professionalità e il forte senso di attaccamento al dovere del personale di polizia penitenziaria, ha evitato che si perdesse una vita umana», ha osservato il segretario nazionale del Sinappe, Rosario Di Prima. Lo stesso segretario, nell’occasione ha posto di nuovo l’accento sulla «grave carenza di personale nella casa circondariale di Caltanissetta, risorse mai destinate in maniera adeguata per mettere in piedi una vera ipotesi di reingegnerizzazione per il miglioramento dei servizi», ha aggiunto.

«Il personale di polizia penitenziaria, pur operando sempre in condizioni di difficoltà, riesce sempre a dare il meglio della propria professionalità», è andato avanti.

Da qui la richiesta, da parte dello stesso sindacato, rivolta al provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria, perché riconosca «l’opera meritoria del personale della Casa Circondariale di Caltanissetta».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi