Home Attualità «Empathy Dog», terapia dei cani che ha coinvolto giovani detenuti e anziani

«Empathy Dog», terapia dei cani che ha coinvolto giovani detenuti e anziani

814 views
0

Lo hanno chiamato “Empathy Dog”. E, nel concreto, è stato un progetto rivolto direttamente ai giovanissimi reclusi dell’istituto penale minorile di Caltanissetta. Gli stessi che vi studiano all’interno. E loro stessi sono stati i protagonisti di questa iniziativa che ha ricevuto impulso dall’azienda sanitaria locale di Caltanissetta. Con al loro fianco un rottweiler e un border collie, Duma e Pedro. Ed a conclusione del percorso alcuni ragazzi,insieme a uno dei due cani, hanno fatto visita a una casa di riposo per anziani per avvicinarli. «Inizialmente – è stato spiegato dal direttore dell’istituto penale minorile nisseno, Girolamo Monaco – sono stati coinvolti tutti i ragazzi che sono stati impegnati anche nella gestione dei cani, poi un secondo momento per riflettere sul percorso compiuto». Poi la visita alla casa di riposo per anziani. «Tra i ragazzi dell’istituto penale minorile vi sono anche ragazzi con problemi psichiatrici e vanno gestiti anche nelle terapie che seguono e che non sempre accolgono favorevolmente», ha aggiunto. Mentre la pedagogista della stessa azienda sanitaria provinciale di Caltanissetta, Milena Avenia, s’è un po’ soffermata su alcuni particolari dell’esperienza che i ragazzi hanno avuto con i due cani. Uno, il rottweiler, già anziano, l’altro, border collie, ancora giovane e con la voglia di giocare. «E alla fine dell’esperienza, con il border collie, nella casa di riposo si sono presi cura del rapporto tra il cane e gli anziani», ha osservato la pedagogista.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi