Home Cronaca Esplode una palazzina nell’Agrigentino: quattro vittime, due sopravvissute e 5 persone disperse

Esplode una palazzina nell’Agrigentino: quattro vittime, due sopravvissute e 5 persone disperse

927 views
0

Ravanusa – Un forte boato seguito dal crollo di  una palazzina di quattro piani in via Galilei e il danneggiamento di numerosi edifici nel centro di Ravanusa, nell’Agrigentino. La tragedia è avvenuta all’ora di cena, poco dopo le 20 e 30 di sabato 11 dicembre. Quattro al momento le vittime.  I dispersi sono 5 appartenenti a più gruppi familiari, mentre due donne una di 83 anni, sono state tratta in salvo e trasferite in ospedale. Una è in codice rosso mentre l’altra non sarebbe in gravi condizioni. I soccorritori sono ancora al lavoro per scavare tra le macerie dopo che nella notte sono stati spenti i diversi incendi che si sono sviluppati a seguito dell’esplosione, probabilmente causata da una falla nel metanodotto e innescata forse da un ascensore. Le prime squadre dei Vigili del Fuoco arrivate hanno riscontrato infatti una grossa perdita di metano.  La protezione Civile ha confermato che una delle quattro vittime è una donna. Sul posto sono al lavoro anche le unità cinofile e gli esperti dell’Usar, specialisti dei vigili del fuoco nella ricerca sotto le macerie, da Messina, Catania e Palermo.  Le persone evacuta dalle proprie abitazioni sono almeno una cinquantina che sono state ospitata da amici o parenti mentre la ‘base operativa’ è stata approntata in una scuola.  Già aperta intanto un’inchiesta, annunciata dal procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio.  l sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo ha fatto un appello sul suo profilo Facebook per chiedere autobotti e mezzi per soccorso ed ha invitato i suoi concittadini a restare nelle proprie case per “consentire ai soccorritori di intervenire in sicurezza e tranquillità”.   Il primo cittadino, che ha voluto smentire le voci secondo cui tra i dispersi vi fossero dei bambini, ha escluso che nei giorni precedenti ci siano state richieste o segnalazioni di problemi nell’area interesata all’esplosione.

“Sono vicino alla comunità di Ravanusa che sta vivendo momenti di apprensione in seguito all’esplosione causata da una fuga di gas”, ha scritto in un messaggio ai cittadini l’arcivescovo di Agrigento, monsignor Alessandro Damiano. “Prego per quanti si stanno impegnando nel contenere il pericolo e per accertare la sperata assenza di vittime. Il Signore ci mantenga forti nella tribolazione e aperti alla speranza”.

Fonti dell’Italgas hanno spiegato che “al momento non è possibile indicare con certezza quali siano state le cause dell’evento” e che i tecnici sono ancora al lavoro “per mettere in sicurezza l’area isolando il tratto di rete che la serve. Fino al termine di questa fase, le tubazioni aeree danneggiate dal crollo, non essendo raggiungibili, continuano a rilasciare il gas in esse contenuto”. (AGI)

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi