Home Cronaca «Falsi dentisti», l’amministratore chiede nuovo interrogatorio ed è pronto a querelare per...

«Falsi dentisti», l’amministratore chiede nuovo interrogatorio ed è pronto a querelare per calunnia

656 views
0

Caltanissetta – Chiede un nuovo interrogatorio. E sarebbe pronto a querelare per calunnia coloro che lo avrebbero in qualche modo accusato.

Così l’amministratore del centro odontoiatrico nisseno che un mese fa è finito nel vortice di una operazione di carabinieri e guardia di finanza insieme all’ex direttore sanitario dello stesso centro, un igienista e un odontotecnico.

È il quarantaduenne nisseno Gianluca Immordino  – assistito dall’avvocato Michele Ambra – il solo che è stato destinatario di un provvedimento restrittivo.

Sì, perché mentre per gli altri coinvolti nell’indagine è stata disposta la sospensione temporanea dall’esercizio della professione – poi revocata dal gip nei confronti di un igienista dentale palermitano – per lui sono stati ordinati gli arresti domiciliari.

Ora l’amministratore del «Coi» ha chiesto alla procura di essere riascoltato sulla base dei nuovi atti che lo stesso pm ha prodotto al tribunale del riesame, a cui l’indagato si è rivolto chiedendo, ma senza ottenerla, la revoca dei domiciliari.

In quei verbali sarebbero racchiuse le dichiarazioni di un altro paio di clienti del centro che avrebbero attribuito a Immordino compiti, in qualche modo di profilo sanitario, che lui non avrebbe potuto assolvere.

Ma l’amministratore, adesso, sembrerebbe andare al contrattacco chiedendo non soltanto di essere ascoltato, ma sarebbe anche pronto a querelare alcune clienti dello stesso centro da lui amministrato.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi