Home Cronaca Flash Mob dai balconi: Cristian Pennica a 5 anni commuove il...

Flash Mob dai balconi: Cristian Pennica a 5 anni commuove il web con la ninnaredda

2.901 views
0

MUSSOMELI – Aderendo al Flashmob sonoro, anche a   Mussomeli alle ore 18 si aprono le finestre, si esce in balcone e si suona insieme anche se lontani… si rallegra la città! Un video della Ninnaredda, della nostra Patrona di Mussomeli la Madonna dei Miracoli, eseguita da un talento in erba, il giovane Cristian con il papà Silvio Pennica che suona nella banda, sta spopolando su facebook raggiungendo più di 5000 visualizzazioni. In famiglia sono tutti amanti della musica, lo stesso Silvio Pennica è nipote del maestro Carmelo Pennica che dedicò la sua vita ad insegnare musica a tante generazioni di Mussomelesi, ed il nonno, fratello del maestro Carmelo, suonava nella banda, mentre la mamma di Cristian la Sig. Francesca Gelsomino, educatrice presso casa Vanessa, canta nel coro polifonico di Mussomeli come soprano lirico leggero. Raggiunto per telefono un papà orgoglioso come Silvio dichiara: “Mio figlio mi ha proposto la Ninnaredda ed io sono stato subito d’accordo con lui. Visto il momento che stiamo vivendo, il pensiero è stato ad una preghiera affinché la Madonna ci protegga.  Sono molto contento di tutte queste visualizzazioni perché l’ingenuità di un bimbo di 5 anni che ti chiede tramite la novena un modo per affidarsi alla Madonna è un momento di riflessione e preghiera a cui lasciarsi andare. D: il bambino si vede dal video che è portato per la musica cosa mi dici? R: Suona ad orecchio, ancora non conosce la musica e predilige il tamburo come strumento musicale. Viene dietro di me con il tamburo quando ci sono le processioni. D: Cosa ti ha detto Cristian alla fine dell’esibizione che immagino avrà attirato altre persone vicine che si sono affacciate? R: Si … si sente alla fine del video le persone che erano affacciate al balcone che ci facevano i complimenti e facevano i complimenti a Cristian. Cristian mi ha chiesto di continuare a suonare ed abbiamo fatto un’altra canzonetta che però non ho registrato. D: Il tuo orgoglio di papà cosa dice? R: Sono orgoglioso di mio figlio perché ha preso da me e mia moglie la passione per la musica. Io spesso con Cristian suono a casa ed a maggior ragione in questo momento. D: Della situazione Coronavirus cosa ne pensi e Cristian capisce qualcosa? R: Del coronavirus penso che sia una malattia da non sottovalutare. Cristian è stato informato per quello che si può per un bambino di cinque anni ed infatti è nervoso perché non può uscire. Ma cerchiamo di fargli vivere la vita con tranquillità perché è sempre un bambino. Ho ricevuto tanti ringraziamenti da tante e tante persone, che si sono emozionate a sentire la Ninnaredda in questo periodo di quaresima, anche da Milano, Albenga, Venezia, Londra ecc…

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.7 / 5. Vote count: 41

Vota per primo questo articolo

Condividi