Home Cronaca Furti e rapine in serie, scoperto arrestato un giovane

Furti e rapine in serie, scoperto arrestato un giovane

611 views
0

Caltanissetta – A lui sono stati affibbiati cinque furti, una rapina e lesioni personali, tutti consumati in questi mesi, tra agosto e ottobre, ai danni di esercizi commerciali.

Queste le contestazioni a carico del ventunenne gelese Piero Francesco Frazzitta, che adesso s’è visto piovere sul capo una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

A incastrare il ragazzo, che avrebbe agito sempre con le stesse modalità, sarebbero state immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza degli esercizi presi di mira.

Ma non è tutto. Perché durante le perquisizioni che ne sono seguite è stata trovata e sequestrata parte della refurtiva e, in taluni casi, sono stati anche rinvenuti gli abiti indossati dal ragazzo durante i raid nei negozi.

Più in dettaglio, secondo lo spaccato tracciato dagli inquirenti, al ragazzo è stata ricondotta, in ordine cronologico, una rapina aggravata commessa il 24 agosto scorso, all’interno dell’«Alimentari Romanesca». Da lì è stato preso il registratore di cassa con i soldi dentro. Peraltro, in questo caso si sarebbe reso responsabile anche di lesioni personali perché durante la fuga, una donna che aveva provato a sbarrargli la strada davanti l’ingresso, è stata spinta con violenza finendo contro uno scaffale e poi per terra.

L’11 settembre un furto con destrezza ai danni di un cliente del bar Stazione al quale, approfittando di un suo momento di distrazione, è stato preso il portafogli lasciato sul bancone.

Il 15 settembre uno scippo ai danno di un passante che il ragazzo avrebbe distratto chiedendogli una sigaretta. E invece gli avrebbe portato via lo zaino con dentro il portafogli.

Altro furto, il primo ottobre – insieme a un complice rimasto nell’ombra – ai danni della «Ferrisicil service srl», nell’area della stazione ferroviaria. Dopo avere mandato in frantumi la vetrina con un sasso da lì sono stai presi un pc portatile e stecche di sigarette per un valore di 3 mila euro.

Due, invece, gli episodi del 10 ottobre. Uno andato in porto, l’altro no. Il primo alla tabaccheria caffè «Il Borghese» da dove sono stati arraffati vari blocchetti di «Gratta & vinci» oltre 500 euro in contanti.

Anche in questo caso è stata usata la stessa tecnica, ossia un masso lanciato contro la vetrina per ridurla in cocci. Parecchi tagliandi della lotteria istantanea sono stati trovati e sequestrati in casa del ventunenne al momento del suo arresto.

Nello stesso giorno, invece, sempre meno di due settimane fa, è andato a vuoto il colpo con obiettivo il lido «Sport Center». In questo caso sono riusciti a rompere una vetrina, ma non ad aprire una saracinesca. Così da dovere andare via a mani vuote.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi