Home Cronaca Furto su dispenser, patteggiano e tornano liberi

Furto su dispenser, patteggiano e tornano liberi

153 views
0

Caltanissetta – Patteggiano la pena i due giovani arrestati dalla polizia per avere svaligiato dispenser. Così da chiudere immediatamente il loro sospeso con la giustizia.

E alla fine il ventenne Salvatore Giannone – assistito dagli avvocati Dino Milazzo e Martina Vurruso – e il venticinquenne Mattia Dario Castore – difeso dall’avvocato Francesco Augello – sono stati condannati, rispettivamente, a sei e otto mesi.

Entrambi erano ai domiciliari. Ma Giannone, dopo la condanna, è stato rimesso in libertà, mentre Castore è sottoposto ad obbligo di firma in questura.

Giannone ha ottenuto la sospensione della pena, l’altro no per via di precedenti. Entrambi erano accusati di furto aggravato in concorso.

Questo l’epilogo già all’indomani dell’arresto dei due che sono stati sorpresi dalla polizia mentre stavano prendendo di mira due macchinette distributrici di bevande e snack.

Avevano già scassinato le macchinette e preso i portamonete. Una volta preso i soldi hanno scavalcato la recinzione e mentre salivano in auto hanno tirato via i cappucci tenuti, invece, durante l’azione per evitare di essere immortalati dalle videocamere.

Ma i poliziotti erano già lì ad attenderli. Sono stati subito bloccati e durante la perquisizione che ne è seguita è stato trovato un portamonete e una gettoniera presi poco prima dai dispenser.

Il bottino subito recuperato dagli agenti di mobile e volanti , complessivamente, sarebbe stato di poco più di un centinaio di euro.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi