Home Cronaca Giovani morirono in un incidente, i carabinieri scoprono che era una gara...

Giovani morirono in un incidente, i carabinieri scoprono che era una gara clandestina d’auto: due indagati

1.137 views
0

Una gara clandestina tra auto era costata la vita di due ragazzi. Che, nella fase embrionale delle indagini, è stato ipotizzato, erano sembrati vittime di un incidente stradale causato dall’alta velocità e dall’inesperienza del giovane guidatore.

Invece le indagini dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Corleone hanno ricostruito tutt’altra verità in relazione al decesso – era la notte del 15 maggio dello scorso anno – della diciottenne Giulia Sorrentino e del sedicenne Rosario Leto.

Adesso sono stati notificati due avvisi di garanzia a carico di un ventiduenne e di un diciannovenne, indagati, in concorso, per gare clandestine e per aver provocato «con cooperazione delle rispettive condotte e con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale», la morte dei due giovani.

E i sopravvissuti hanno raccontato ai militari che a guidare sarebbe stato proprio il sedicenne deceduto. Versione che non ha convinto i carabinieri che, piuttosto, hanno ipotizzato che i ragazzi coinvolti si siano accordati per addossare la colpa al minorenne, in modo da salvare l’amico sopravvissuto e che realmente sarebbe stato al volante.

In questa ricostruzione dei carabinieri è emerso che quella notte l’auto incidentata su cui viaggiavano i due ragazzi poi morti, stava gareggiando con altri due mezzi. Una gara clandestina d’auto, in sostanza. Questo lo scenario che è emerso dalle indagini.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi