Home Cronaca Giro di false fatturazioni, condannato un  imprenditore

Giro di false fatturazioni, condannato un  imprenditore

412 views
0

Caltanissetta – Condanna per un imprenditore del Nisseno coinvolto in una maxi inchiesta della procura di Parma. Dossier incentrato su un presunto giro di false fatturazioni.

L’affermazione di colpevolezza è stata sancita per all’imprenditore gelese Francesco Ingegnoso che ha rimediato la pena a quattro anni e due mesi di reclusione, già al netto dello sconto di pena di un terzo previsto dal rito abbreviato con cui ha chiesto di essere giudicato.

Con lui sono stati condannati, sempre in abbreviato, altre tre imputati emiliani con pene che oscillano da un massimo di poco meno di sei anni e mezzo a un minimo di tre anni.

Tra le pieghe del verdetto il giudice ha disposto anche la confisca, in questa fase non definitiva, di beni per un valore complessivo di undici milioni di euro.

Al centro del fascicolo alcune società che sarebbero state il fulcro del presunto sistema di false fatture. Qualcuna avrebbe avuto sede in Romania.

Secondo la tesi investigativa – così avrebbero dedotto le fiamme gialle – negli anni sarebbero state evase somme per oltre tre milioni di euro.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Aiutaci a garantire il diritto di sapere. Versa il tuo libero contributo:

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “Toniolo" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA clicca sotto

Condividi