Home Cronaca Il talento inossidabile dell’artista mussomelese Tanino Palumbo (Video)

Il talento inossidabile dell’artista mussomelese Tanino Palumbo (Video)

4.431 views
0

Mussomeli –(di Giuseppe Canalella). Talento, passione e una buona dose di creazione fantastica: sono queste le straordinarie doti dell’artista mussomelese Tanino Palumbo. Lo abbiamo incontrato di recente in un locale di Mussomeli e ci ha concesso una breve e coinvolgente intervista. Nato a Mussomeli il 21 Luglio 1963, sin dalla gioventù, si è dedicato
energicamente alla sua attività di artista creando splendidi dipinti e disegni di vario genere. La sua tecnica è incentrata sull’impiego dell’olio su tela e del pastello su cartoncino. Oggi, all’età di sessant’anni, si manifesta orgoglioso nell’aver creato opere degne di ammirazione utilizzando abilmente il pennello o la matita che si muovono tra le sue indefesse mani come uno strumento musicale capace di trasmettere piacevoli sensazioni a chi lo ascolta: possiamo dire che Tanino abbia al suo attivo numerosi quadri che conserva gelosamente nel laboratorio
della sua casa sita nel quartiere di San Domenico a Mussomeli. Da sempre appassionato di disegno e sostenitore dell’importanza della pittura (ci ha comunicato che il vero pittore sia quello che dipinge olio su  tela!), durante il nostro incontro si è cimentato nel disegnare in modo improvvisato la testa di una figura femminile (in foto) come se fosse “una donna celeste che ci protegge dal cielo”. Certamente Tanino possiede una talentuosa bravura d’artista unita alla fantasia e alla capacità di creare opere che sono frutto di una riflessione interiore sulle cose umane e di una volontà capace di trasmettere piacevoli emozioni agli osservatori (lo stesso Leonardo da Vinci sosteneva che il pittore debba manifestare un
certo impegno e fatica intellettuale). Non a caso la scelta di disegnare al nostro cospetto una figura femminile ci ricorda “la testa di donna” dell’artista Pablo Picasso (1931), le cui opere sono molte apprezzate da Tanino insieme a quelle di Modigliani. I suoi soggetti preferiti sono proprio le figure femminili, i temi religiosi e quelli naturalistici (alberi,
fiori, uccelli ecc.), mentre il suo dipinto prediletto è la Regina medievale, sapientemente creata con la tecnica dell’olio su tela. Tanino ci confida che il suo augurio sarebbe quello di vedere maggiormente apprezzate le sue opere perché in fondo l’arte nobilita lo spirito umano e può realmente educarci nel nostro cammino quotidiano. L’uomo ha la possibilità di mettere in atto la sua creatività anche a beneficio dei suoi simili con cui si trova a vivere. Come disse il filosofo latino Seneca, nella nostra esistenza esiste il bene, ossia la conoscenza della realtà, e un male
rappresentato dall’ignoranza (Lettere a Lucilio IV, 31, 6). Ricordiamo infine che Tanino sia stato insignito di una medaglia al valore militare, conseguita negli anni 80.

VIDEO

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4 / 5. Vote count: 8

Vota per primo questo articolo

Condividi