Home Cronaca In arrivo nuovi carabinieri, ufficializzato con la visita del generale Castello

In arrivo nuovi carabinieri, ufficializzato con la visita del generale Castello

755 views
0

Caltanissetta – Nuovi carabinieri in arrivo nella provincia nissena. Vanno ad aggiungersi ai ventisette arrivati di recente, così da rinforzare in contingente.

Una novità coincisa con la visita, al comando provinciale di Caltanissetta, del generale di brigata Rosario Castello comandante della legione carabinieri Sicilia.

A curare gli onori di casa, il comandante provinciale, il colonnello Vincenzo Pascale, insieme agli ufficiali, i comandanti di stazione, i delegati della rappresentanza militare e una rappresentanza di carabinieri in servizio ed in congedo della provincia.

Il generale Castello ha espresso apprezzamento «per l’impegno quotidianamente profuso dai carabinieri nel controllo del territorio, sottolineando l’importanza delle stazioni carabinieri, punto di forza della struttura territoriale dell’arma».

È stato anche fatto il punto sull’attività di contrasto alla criminalità organizzata e alla microcriminalità svolta dai carabinieri nel territorio provinciale con ottimi risultati.

Nell’occasione è stato ufficializzato l’arrivo in Sicilia di 232 carabinieri  che vanno a rinforzare stazioni e tenenze.

Provengono dalle varie scuole allievi carabinieri  e hanno da  poco  concluso  il   corso  di  formazione  numero 140 intitolato  al carabiniere Alberto La Rocca, medaglia d’oro al valor militare alla memoria.

«Il  comando  generale  dell’Arma  – è stato sottolineato – ha  voluto  così  potenziare  i  presidi territoriali, tenenze e stazioni, che rappresentano il punto di riferimento certo per la collettività e simbolo pulsante della vicinanza dello Stato ai cittadini, non solo per la tutela dell’ordine  e  della  sicurezza  pubblica  ma  anche  per  garantire  prossimità,  soccorso  e sostegno alle popolazioni».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi