Home Cronaca Incendiò la sua casa credendola infestata dai fantasmi, per gli esperti non...

Incendiò la sua casa credendola infestata dai fantasmi, per gli esperti non era capace d’intendere

429 views
0

Caltanissetta – Non era capace d’intendere e di volere nel momento in cui ha appiccato il fuoco in casa. Queste le deduzioni dell’esperto incaricato dal giudice nell’incidente probatorio per un piromane nisseno.

È il cinquantenne Massimo Riggi – assistito dall’avvocato Giuseppe Dacquì -arrestato tre settimane fa  dalla polizia per incendio. Questa l’ipotesi di reato che gli è stata contestata dal sostituto di Caltanissetta, Simona Russo.

Secondo lo stesso psichiatra Giuseppe Salvatore Fichera, di Acireale, lo stesso indagato presenterebbe adesso una capacità attenuata e, per tale ragione, sarebbe opportuno affidarlo a una struttura adeguata.

Il gip, dopo la convalida, aveva disposto che il cinquantenne lasciasse il carcere Malaspina per essere trasferito in una struttura dotata di un reparto di cura mentale.

L’arresto di Riggi è scattato dopo che lo stesso ha accatastato alcuni materassi in casa per poi darvi fuoco. Così da costringere polizia e vigili del fuoco a evacuare l’intera palazzina per precauzione.

Ma è stata la successiva spiegazione fornita al giudice del perché del suo gesto a indurre la stessa difesa a chiedere una perizia psichiatrica.

Sì, perché in sostanza l’uomo avrebbe dato fuoco per scacciare fantasmi che avrebbero infestato la sua casa. Almeno cinque e, tra loro, avrebbe udito anche una voce femminile. Questa la versione che il piromane ha poi fornito al gip di Caltanissetta, Emanuele Carrabotta .

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi