Home Cronaca «Incidente per una quantità esagerata di cocaina in corpo», la tesi non...

«Incidente per una quantità esagerata di cocaina in corpo», la tesi non regge e viene assolto

479 views
0

Caltanissetta – Avrebbe avuto tanta di quella cocaina in corpo che già essere cosciente sarebbe stato un miracolo. Ma lui, in quelle condizioni, sarebbe stato pure in sella a un a moto. Anche se poi ha avuto un pauroso incidente finendo prima contro un palo e poi contro un muro.

Ma qualcosa, in quelle deduzioni, non ha funzionato. Tant’è che il motociclista, un quarantunenne nisseno C.L.M. – assistito dall’avvocato Salvatore Amato – è stato poi assolto dal giudice. E pure con formula piena, perché «il fatto non sussiste». E, parallelamente al verdetto che lo ha riconosciuto non colpevole, il giudice di pace gli ha anche restituito la patente di guida.

Mentre la procura, di contro, ne ha chiesto la condanna a sei mesi di reclusione per l’accusa di guida in stato di alterazione psicofisica.

Ma l’accertamento medico, di contro, ha stabilito che al momento dell’incidente il centauro era perfettamente orientato nel tempo e nello spazio. Una tesi che collide con la teoria che lo avrebbe voluto con una quantità spaventosa di cocaina nel sangue.

E peraltro la stessa difesa, tra i diversi rilievi mossi, ha anche puntato l’indice contro quegli accertamenti e su certificazioni che sono state indicate come fortemente dubbie.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi