Home Cronaca Ineleggibilità di Catania All’Ars, con il fiato sospeso in attesa della pronuncia...

Ineleggibilità di Catania All’Ars, con il fiato sospeso in attesa della pronuncia a fine mese

630 views
0

Mussomeli – Con il fiato sospeso. Bocce ferme fino a quando, a fine mese, si pronuncerà la corte d’Appello di Palermo. È chiamata a decidere sull’impugnazione, da parte del deputato regionale Giuseppe Catania, in relazione alla sua dichiarazione d’ineleggibilità all’Ars già sentenziata nel primo grado del giudizio dal tribunale civile del capoluogo isolando, sull’onda del ricorso presentato da tre elettori di Fratelli d’Italia nella città del golfo. E’ un braccio di ferro tra vallone e zona nord, tra il paese manfredonico e la cittadina del golfo. Un eventuale, infatti,  pronunciamento negativo nei confronti dell’attuale sindaco di Mussomeli, aprirebbe le porte dell’assemblea regionale al coordinatore di Fratelli d’Italia, a Gela, Salvatore Scuvera. Catania, all’indomani del verdetto di primo grado, aveva indicato la stessa decisione come «frutto di un’interpretazione molto estensiva – il riferimento è a una legge regionale in tema di elezione dei deputati all’Ars – e fortemente limitativa del diritto di elettorato passivo riconosciuto come diritto politico fondamentale. I termini della prima sentenza emessa dal Collegio giudicante civile di Palermo, sono rimasti tuttavia sospesi in attesa del pronunciamento d’appello e, più in dettaglio, fin quando non si sarà eventualmente concluso tutto l’iter processuale. La questione giudiziaria è legata alle cariche ricoperte dallo stesso Giuseppe Catania – assistito dagli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia – al momento della sua elezione per sedere tra gli scranni di palazzo dei Normanni.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 5

Vota per primo questo articolo

Condividi