Home Cronaca La questura avverte: «Sul web modelli non validi di autocertificazione». Ecco quello...

La questura avverte: «Sul web modelli non validi di autocertificazione». Ecco quello corretto

498 views
0

Caltanissetta – Attenzione al documento sostitutivo della certificazione verde, il green pass, non valido. Che non rispondono alle direttive del ministero della Salute.

L’avvertimento arriva direttamente dai vertici della questura di Caltanissetta in relazione alla presenza, sul web, di un prestampato, con tanto di dicitura “valido ad ogni effetto di legge”, ma che invece non va bene.

«Anche in questa provincia – è stato sottolineato –  sono giunte segnalazioni che alcuni cittadini, per aggirare la normativa sulla “green card” hanno esibito a pubblici esercizi questa autodichiarazione in sostituzione del certificato del ministero della Salute».

Mentre alcuni locali di ristorazione in città non richiederebbero l’esibizione del “green pass” per accedere ai servizi, ma da controlli effettuati dalla polizia amministrativa gli esercizi commerciali nisseni sono in regola rispetto alla normativa

Dalla stessa questura è stato ricordato che la circolare del ministero della Salute riporta che: “fino al 30 settembre 2021, salvo ulteriori disposizioni, le certificazioni potranno essere rilasciate direttamente dai medici vaccinatori dei servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei servizi sanitari regionali e dai medici di medicina generale o pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-sars-cov-2 nazionale. La certificazione deve essere rilasciata a titolo gratuito, avendo cura di archiviare la documentazione clinica relativa, anche digitalmente, attraverso i servizi informativi vaccinali regionali con modalità definite dalle singole Regioni, pubblica amministrazione, anche per il monitoraggio delle stesse.

Ed è stato poi meglio esplicato dagli stessi uffici della questura di Caltanissetta che le certificazioni dovranno contenere i dati identificativi con nome, cognome e data di nascita; la dicitura: Soggetto esente da vaccinazione anti sars-cov-2;  la data di fine di validità della certificazione, utilizzando la seguente dicitura: “certificazione valida fino al, indicando la data, al massimo fino al 30 settembre 2021; dati relativi al servizio vaccinale della Azienda ed Enti del servizio sanitario regionale in cui opera come vaccinatore covid 19;  timbro e firma del medico certificatore anche digitale; numero di iscrizione all’ordine o codice fiscale del medico certificatore”.

Prestampato Green Pass

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi