Home Cronaca «Liste d’attesa troppo lunghe e curarsi è un lusso… serve una riforma...

«Liste d’attesa troppo lunghe e curarsi è un lusso… serve una riforma del  servizio sanitario»

654 views
0

Caltanissetta – Liste d’attesa troppo lunghe  e così si è costretti a rivolgersi a strutture sanitarie a pagamento. Rischiando di creare, in funzione delle disponibilità economiche, cittadini di serie “A” e cittadini di serie “B”.

A lanciare l’allarme è il responsabile sanità di Italia Viva, Salvatore Messana, che ha posto l’accento sulla questione emergenza sanitaria post covid «che continua a tenere banco fra continue notizie di mala sanità e allarmati dati sulla migrazione sanitaria… I dati forniti da Agenas ci dicono che su dieci prestazioni effettuate al nord solo una  al sud, le ecografie addominali sono state il dieci per cento  in meno, le prime visite neurologiche il tredici per cento, quelle oculistiche addirittura il ventiquattro per cento e le visite di controllo, a diagnosi già avvenuta, sono scese  del  quindici per cento».

Una situazione, come ha evidenziato Messana, «che sta generando la abitudine a rivolgersi a strutture a pagamento, ovviamente per chi ne ha la possibilità, con una stridente disparità tra cittadini, in disapplicazione del dettato costituzionale in materia… In un periodo storico così complicato ottemperare alle esigenze sanitarie di un nucleo familiare diventa economicamente insostenibile»

Il responsabile sanità di Italia Viva ha poi osservato come «le liste d’attesa sono un problema enorme, è disumano che qualcuno non possa curarsi perché il nostro sistema sanitario non gliene dia la possibilità. È un problema di risorse, ma il governo Draghi aveva messo a disposizione delle regioni risorse economiche poi non utilizzate. Ben 165 milioni non spesi e tenuti in cassaforte o utilizzati per altre finalità, soprattutto dalle regioni come la Sicilia con i più alti tassi di migrazione sanitaria».

E lo stesso Messana ha aggiunto che «durante la pandemia moltissime  attività diagnostiche, terapeutiche e chirurgiche sono state per necessità differite e oggi i cittadini ne stanno pagando il prezzo anche a causa dell’irresponsabile immobilismo del governo nazionale e di molte regioni, in particolare è inaccettabile il lassismo del Governo Schifani», ha concluso

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi