Home Cronaca Morti sospette in Iraq», sì all’autopsia sul corpo di un operaio del...

Morti sospette in Iraq», sì all’autopsia sul corpo di un operaio del Nisseno

530 views
0

Gela – È dall’autopsia, disposta dalla procura, che potrebbe giungere la verità  sul capo dei due operai  che hanno lavorato per alcuni mesi alle raffinerie irachene dell’Eni e che sono deceduti per infarto.

La procura di Gela ha disposto l’esame necroscopico sul corpo del trentaseienne Filippo Russello, uno dei due operai che ora ha perso la vita.

Mentre è la procura palermitana – perché è lì, all’Ismet, che il suo cuore s’è fermato per sempre – che ha aperto un’indagine per la morte del quarantacinquenne Gianfranco Di Natale, pure lui gelese.

I due casi potrebbero anche non essere correlati tra loro. È nel campo delle ipotesi che le prime indagini si stanno muovendo e sono ancora tanti i passi da compiere in cerca della verità.

Un ruolo nodale, in questa direzione, potrebbe giocarlo l’autopsia autorizzata dagli uffici giudizri  guidati dal procuratore Fernando Asaro.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi