Home Archivio Mussomeli, domani un incontro promosso dall'ANPI “Bella Ciao” sui fatti dell'acqua del...

Mussomeli, domani un incontro promosso dall'ANPI “Bella Ciao” sui fatti dell'acqua del 1954

564 views
0

Mussomeli – In occasione del 65esimo anniversario, l’ANPI “Bella Ciao”, con il patrocinio del Comune di Mussomeli e in collaborazione con l’Istituto Gramsci Siciliano e la Camera del Lavoro CGIL di Mussomeli, presenta un incontro di riflessione e dibattito sui “Fatti dell’Acqua” del 1954 che si terrà sabato 16 febbraio 2019, alle 17:30, presso il Salone del convento “San Francesco”.  Il tema ruoterà attorno a quella rivolta popolare partita dal basso, grazie all’opera di tante donne, che finì per coinvolgere 2500 cittadini. Gli insorti manifestavano il proprio malcontento per le inadempienze che avevano privato dell’acqua la popolazione, vessata, nondimeno, dai rincari in bolletta. L’epilogo divenne tragico dopo che i carabinieri, nel tentativo di disperdere la folla, lanciarono dei lacrimogeni. Nella fuga convulsa, le persone si accalcarono lungo l’angusta via della Vittoria: rimasero travolti Vincenza Messina (25 anni), Onofria Pellitteri (50 anni), Giuseppina Valenza (72 anni) e Giuseppe Cappalonga (16 anni).
Gli interventi di relatori specialisti arricchiranno la ricostruzione dei fatti proponendo punti di vista da angolazioni differenti.
Interverranno: Giuseppe Catania sindaco di Mussomeli che porterà i saluti dell’Amministrazione, lo storico Gero Di Francesco e il prof. Carlo Giuseppe Marino, ordinario di Storia Contemporanea dell’Università di Palermo, presidente onorario ANPI Palermo “Comandante Barbato”.
I due relatori forniranno delle interessanti chiavi di lettura per la comprensione delle dinamiche da cui scaturiscono le lotte, in una dimensione urbana, come quella mussomelese, strettamente connessa alla campagna circostante, ricostruendo anche il contesto storico di quegli anni in Sicilia.
Laura Carapezza, segretaria della sezione ANPI “Bella Ciao”, modererà il dibattito.
La sezione ANPI aveva inoltrato richiesta all’Amministrazione comunale affinché la stessa istituisse, a perenne memoria delle vittime di quel tragico evento, una giornata della memoria da celebrarsi ogni 17 febbraio. A seguito di una mozione presentata e approvata dal Consiglio Comunale, l’Amministrazione di Mussomeli ha deliberato l’istituzione della giornata in ricordo delle vittime dei tragici fatti dell’acqua. Tale richiesta era partita dalla riflessione collettiva che le vittime dell’acqua del ’54 erano le vittime di un’intera comunità, al di là delle giuste proteste e delle appartenenze politiche, nella convinzione che la memoria dei fatti tragici accaduti debbano servire da monito etico per tutti, quale autentico valore di unità civica, morale e democratica.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui