Home Eventi Mussomeli, la rimpatriata della V D del maestro Gaetano Felce

Mussomeli, la rimpatriata della V D del maestro Gaetano Felce

2.294 views
0

Musssomeli – “Uniti nei ricordi di un’infanzia felice”, la scritta campeggia fra le “radici” e le rose arancio della torta che fa sempre festa e buon auspicio. Sono loro i ragazzi della V D di quel quinquennio 1979-1984, quando alle elementari avevamo una sola maestra e, in qualche caso, un solo maestro. Quando il meglio è passato ma il buono ha ancora da venire. Galeotta fu la festa di questi gaudiosi cinquantenni che, mai paghi di feste e rimpatriate e, forti dell’iniziativa di Carmelina Vullo, Vincenzo Morreale, Maurizio Messina, Francesco Scannella, Giuseppina Amico, hanno organizzato una riunione di classe con tanto di appello in sala affidato alle note vocali del mitico maestro Gaetano Felce. Che ha presenziato al lieto evento con l’entusiasmo di sempre, visibilmente emozionato e forte delle sue 91 primavere. Chi ha potuto ha affrontato un viaggio per il piacere di esserci, chi non ha potuto c’è stato a distanza come ci piace dire di questi tempi. Per alcuni è stata una piacevole seconda prima volta, da quel 1984 del secolo scorso. L’occasione buona per scoprire che quel che si credeva un piccolo ramo dell’amicizia, in realtà è un grosso tronco con solide radici. Fili intrecciati, mai spezzati. Per l’occasione il maestro ha tenuto un discorso in luogo della lezione e il dettato gli alunni lo hanno consegnato su un’agendina alla quale hanno affidato il loro personale ringraziamento. Per quelle cose che rimangono nel cuore e fanno grandi le nostre vite. Giuseppina Amico, Salvina Bellanca, Vincenzo Carrubba, Duilio Genuardi, Salvatore Mantio, Michele Mendola, Maurizio Messina, Santi Morganti, Antonello Morreale, Vincenzo Morreale, Francesco Scannella, Enza Schifano, Maria Sola, Vincenzo Spoto e Carmelina Vullo, compagni di viaggio e di banco, ancora una volta.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi