Home Cronaca Mussomeli: l’unico pediatra va in pensione, al suo posto la dottoressa Muscia

Mussomeli: l’unico pediatra va in pensione, al suo posto la dottoressa Muscia

2.750 views
0

MUSSOMELI – Giuseppe Di Giuseppe, l’unico pediatra rimasto a Mussomeli dopo la soppressione del reparto di pediatria del nosocomio cittadino, è andato in pensione. Nella sua carriera, dedicata interamente alla Pediatria, a tutela della salute dei più piccoli, ha assistito e curato migliaia di bambini occupandosi del loro sviluppo psicofisico e della diagnosi e terapia delle malattie infantili. Mussomelese doc, il dott. Giuseppe Di Giuseppe, affettuosamente chiamato Pino, ha avuto il privilegio di lavorare nel proprio paese natio dove si è fatto apprezzare dai propri concittadini, dalle mamme e dai papà delle nuove e future generazioni mussomelesi, per la preparazione professionale e per la disponibilità che da sempre lo hanno contraddistinto. Io stesso, che mi trovo a scrivere di questo professionista da tutti noi conosciuto, rammento un episodio che ebbe come protagonista la mia famiglia: a seguito di un’indisponibilità notturna del nostro allora piccolo bambino, chiamato a notte inoltrata il dott. Di Giuseppe, senza indugio,  si presentò a casa nostra per visitare nostro figlio e dopo averci tranquillizzato ci salutò invitandoci semplicemente a seguire le sue indicazione terapeutiche, continuando il giorno dopo ad interessarsi per via telefonica che tutto procedesse per il meglio. Fu un esempio di dedizione alla professione medica ed amore per il proprio lavoro che sempre hanno contraddistinto la figura di questo professionista che mancherà certamente a quanti hanno avuto la fortuna di poterne apprezzare le  doti professionali ed umane. A raccoglierne l’eredità dì lavorativa, sarà la dottoressa  Maria Concetta Muscia che, in questa prima fase, usufruirà dello studio del dott. Di Giuseppe. Originaria di Caccamo ha lavorato presso diversi PIP di vari Comuni in provincia di Palermo e dal 15 c.m. ha preso servizio, con l’augurio, da parte della nostra comunità, di buon lavoro e di integrarsi bene nel nostro paese che, certamente, non le farà mancare sostegno  e protezione anche da parte delle istituzioni preposte.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.9 / 5. Vote count: 28

Vota per primo questo articolo

Condividi