Home Cronaca Necropoli di Pantalica, un ambientalista ritrova un cranio umano

Necropoli di Pantalica, un ambientalista ritrova un cranio umano

446 views
0

 Un cranio, verosimilmente appartenente a un essere umano, è stato ritrovato dall’ambientalista Sebastian Colnaghi durante un’escursione a Pantalica, nella valle dell’Anapo, nel Siracusano. I carabinieri della stazione di Sortino hanno sequestrato il cranio e avviato un’indagine per determinare il periodo della sua origine: le prime analisi suggeriscono che non si tratti di un cranio di epoca recente, ma saranno le analisi al carbonio-14 a confermare la sua antichità.  “Durante un’escursione a Pantalica – dice Colnaghi – mi sono imbattuto in un vero e proprio teschio umano lungo un sentiero non convenzionale che risaliva il monte, sopra il fiume Anapo.È probabile che il cranio risalga al periodo compreso tra il XIII e il VII secolo a.C. e che fosse originariamente custodito in una tomba prima di essere profanata dai tombaroli”. Patrimonio dell’Unesco, la Necropoli di Pantalica è uno dei più grandi siti archeologici rupestri d’Europa con migliaia di tombe risalenti al XII secolo a.C..

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi