Home Cronaca Nisseno maglia nera dei deserti sanitari in Italia. Un ginecologo ogni...

Nisseno maglia nera dei deserti sanitari in Italia. Un ginecologo ogni 40 mila abitanti

846 views
0

Caltanissetta – Stamane a Tg1 mattina la provincia di Caltanissetta è salita ai disonori della cronaca per l’ ennesimo triste primato: la desertificazione sanitaria. Perché se nel nisseno, per le carenze infrastrutturali e occupazionali, vivere è complesso, non è semplice nemmeno nascere. Nella provincia di Caltanissetta c’è un ginecologo ospedaliero ogni 40.565 donne mentre Roma vanta la situazione migliore, con uno per 2.292. In altre parole  la carenza di ginecologici ospedalieri a Caltanissetta è 17 volte peggiore rispetto a Roma. Un quadro desolante tracciato, lo scorso gennaio, nel Report presentato da Cittadinanzattiva, nel corso dell’evento ‘Bisogni di salute nelle aree interne, tra desertificazione sanitaria e PNRR’. La carenza di medici e infermieri attraversa tutta l’Italia, ma nelle zone periferiche delle aree interne, quale è il nisseno,  assume i contorni di una “desertificazione sanitaria”. Un’aridità che si è acuita negli ultimi 40 anni, con il progressivo taglio di strutture,  servizi e personale ospedaliero , in nome di una razionalizzazione irrazionale. Il caso Mussomeli fa scuola. Uno smembramento continuo di reparti e personale. Bisogna cambiare il punto prospettico. Non sono stati tagliati i servizi perché vanno via le persone ma, viceversa, vanno via le persone perché si tagliano i servizi. Un pò come è avvenuto in molte città minerarie fantasma, chiusa la miniera… sparite le persone. In questa ottica non meraviglia che nella nostra terra il  debole suono di  esalazione dell’ultimo respiro sovrasta quello squillante del primo vagito.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.4 / 5. Vote count: 9

Vota per primo questo articolo

Condividi