Home Cronaca «Evasione da quattro milioni all’erario», otto gli indagati

«Evasione da quattro milioni all’erario», otto gli indagati

491 views
0

Caltanissetta – Il sistema per truffare le casse dello Stato sarebbe sempre quello delle cosiddette compensazioni.  Ma che, secondo l’accusa, sarebbero state illegali.

Già per gli inquirenti sarebbero state legate a operazioni fantasma. Un passaggio di crediti, che, alla fine, avrebbe consentito di “oscurare” una barca di quattrini all’erario.

Qualcosa, secondo la stima di guardia di finanza e procura di Gela, come quattro milioni di euro. A tanto, alla fine, ammonterebbe la sospetta evasione fiscale.

Quella di cui, secondo gli inquirenti,  si sarebbero resi responsabili imprenditori  e professionisti finiti al centro del dossier ora chiuso dagli stessi magistrati. Per quello che è stato ipotizzato come una sorta di presunto circolo vizioso delle compensazioni.

Al centro del fascicolo i nomi del noto imprenditore edile Giovanni Salsetta e, ancora, Antonio Riccio,  Donato Proietto,  Giuseppe Goldini,  Luca Corallo. Manuel Casale, Matteo Collura e Sergio Tufano.

Un teorema, quello dell’accusa, che gli indagati hanno sempre respinto fornendo una loro chiave di lettura che viaggia in direzione diametralmente opposta rispetto a quanto è stato ipotizzato dalla stessa procura della città del golfo.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 2.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi