Home Cronaca Non schiavo del sesso, ma un rapporto consenziente: difesa a oltranza della...

Non schiavo del sesso, ma un rapporto consenziente: difesa a oltranza della coppia nissena arrestata a Cogne per una presunta  storia choc

813 views
0
Immagine di repertorio

Caltanissetta – Non schiavo del sesso, ma un rapporto consenziente. Un rapporto ambiguo che lui, il presunto abusato, avrebbe voluto, cercato e incoraggiato.

È in questa direzione che ha viaggiato la tesi a discolpa della coppia nissena arrestata a Cogne per una vicenda choc di abusi ai danni di un sessantacinquenne dello stesso piccolo centro valdostano.

«Nessuno lo ha mai costretto, le  porte di casa erano sempre aperte e sarebbe potuto andare via in ogni momento… lui inizialmente mi ha fatto intendere che… voleva fare certe cose», s’è difeso il cinquantasettenne nisseno arrestato insieme alla moglie sessantaquattrenne – i due sono assistiti dall’avvocato Massimiliano Bellini – per violenza sessuale. E, in più, sono indagati anche per riduzione in schiavitù. Anche se il gip di Aosta, Davide Paladino, ha firmato l’ordinanza per abusi sessuali.

Sulla stessa lunghezza d’onda sono state le dichiarazioni rese dalla moglie durante lo stesso interrogatorio di garanzia. La donna ha confermato le dichiarazioni rese dal marito riferendo anch’ella di un rapporto condiscendente. Respingendo seccamente, come il marito, la teoria della violenza sessuale ripetuta e del ricatto.

E al termine degli interrogatori, il loro legale ha chiesto al gip la revoca della misura cautelare a carico della coppia. Su questo aspetto il giudice si è riservato.

Questo, in sintesi, quanto i due presunti abusatori hanno spiegato al giudice sull’onda del loro arresto avvenuto dopo la denuncia presentata ai carabinieri dalla stessa vittima delle presunte violenze sessuali ripetute.

Che si sarebbero consumate all’interno dell’appartamento che la stessa parte offesa ha affittato alla coppia nissena nel luglio dello scorso anno. E il mese dopo, secondo la ricostruzione investigativa, sarebbero iniziati gli abusi.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi