Home Cronaca Non vi fu corruzione elettorale, cadono le accuse per il sindaco Carapezza...

Non vi fu corruzione elettorale, cadono le accuse per il sindaco Carapezza di Resuttano

332 views
0

Resuttano  – Cadono le accuse nei confronti del sindaco di Resuttano, Rosario Carapezza. Era stato accusato di corruzione elettorale.

Ma alla fine il giudice, accogliendo la tesi dell’avvocato Calogero Buscarino, lo ha assolto con formula piena. Il fatto non sussiste la motivazione alla base del pronunciamento.

Secondo la tesi accusatoria, il sindaco avrebbe autorizzato diversi cittadini al taglio di alberi, utilizzandoli a tenere per loro la legna ricavata.

Per gli inquirenti dietro questa operazione si sarebbe celato un vero e proprio scambio elettorale nelle successive elezioni.

Sì perché un mese dopo i fatti, che sono racchiusi tra aprile e maggio di sei anni fa, i cittadini sono stati chiamati alle urne.

Questo lo scenario che ha fatto scattare un’indagine dei carabinieri, fino a far finire il sindaco sotto processo per corruzione elettorale.

La difesa ha dimostrato che quelli autorizzati sarebbero stati solo interventi per eliminare pericoli provocati in quel periodo dal maltempo. E che non v’era stato alcun taglio selvaggio di alberi. Da qui il verdetto assolutorio emesso adesso dal giudice Marcio Milazzo.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi