Home Politica “O si cambia rotta o non ha senso parlare di Unità d’Italia”....

“O si cambia rotta o non ha senso parlare di Unità d’Italia”. L’Appello a Mattarella  di 160 amministratori siciliani, molti del Vallone.

293 views
0

MUSSOMELI – Ci sono sindaci e consiglieri del Vallone tra  160 colleghi che amministrano tanti piccoli e medi comuni della Sicilia, insieme rivolgono un accorato appello al Presidente Mattarella denunciando, in una lettera,  lo stato di abbandono in cui versa l’isola. Segnalano il gravo stato di crisi del territorio siciliano che, di fatto, sta impoverendo l’isola sotto il profilo umano ed economico. Esprimono preoccupazione ed angoscia, sapendo di essere interpreti del pensiero, della rabbia di molti concittadini che spesso non riescono a manifestare e che mettono a tacere, abbandonandosi all’atavica rassegnazione gattopardiana che è tipica di noi siciliani. Il Rapporto  SVIMEZ  2019  di recente pubblicazione dimostra,  purtroppo,  duole riconoscerlo, che l’Italia tratta il SUD come una vera e propria colonia, così come per altro. “ O si inverte la rotta o l’Unità d’Italia è stato un sogno  svanito nel nulla e l’Italia, così com’è, non ha più senso.” Continuando con questo  accorato appello al Presidente siciliano i firmatari della lettera  si esprimono in questi termini: “Come lei certamente saprà il mezzogiorno d’Italia e la nostra amata Sicilia è un territorio in cui sono presenti persone oneste, laboriose che hanno voglia di contribuire allo sviluppo della propria terra, dando prospettiva di vita ai propri figli. Ma per  fare questo abbiamo bisogno di avere le stesse identiche condizioni di competitività che vi sono in altre aree del paese. Il deficit infrastrutturale esistente in atto nelle are del mezzogiorno è davvero penalizzante. Per recuperare  questo gap occorrerebbe riconoscere al Sud per molti anni il 50% del totale degli investimenti e delle risorse pubbliche. Secondo lo SVIMEZ (Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno) nell’ultimo decennio si è allargata ancor di più il gap occupazionale tra il Sud e il Centro-Nord ( dal 19,6% al 21,6%). Per recuperarlo occorrerebbe creare tre milioni di nuovi posti di lavoro al Sud. Solo nei primi sei mesi del 2019 l’occupazione sale  al Centro-Nord di 137.000 posti di lavoro e scende al Sud di 27.000 unità. Il prodotto interno lordo (PIL) del  Mezzogiorno nel 2018 è di 10 punti percentuali  inferiore a quello del 2008. Al Centro-Nord solo 2,4 punti percentuali. Nel 2019 il PIL stimato del Centro-Nord cresce dell’0,3% ; al Sud invece cala dello 0,2%. E a questi dati drammatici se ne aggiunge uno davvero terribile : dal 2000 ad oggi hanno lasciato il Sud oltre due milioni di persone. Un milione di questi erano giovani sotto i 34 anni. Quasi 400.000 i laureati. Il Sud, quindi, illustrissimo Presidente è in piena recessione, condannato a invecchiare e a diventare definitivamente un mercato per le produzioni del Centro-Nord.” Da uomini delle istituzioni proseguono: “ Duole dirlo ma queste sono le caratteristiche vere e proprie di una colonia alla quale vendere merci e alla quale sottrarre risorse.” Inoltre, continuano, ricordando  che nel decreto per il Mezzogiorno del 2016 era stato sancito l’obbligo per le amministrazioni pubbliche centrali di riservare al Sud una percentuale degli investimenti pari alla percentuale della popolazione, ossia il 34%. La norma  è però stata sistematicamente violata e, se anche fosse stata rispettata, avrebbe comportato soltanto una conferma del divario (che almeno però non sarebbe aumentato ). Ed ancora aggiungono  che la stessa Unione Europea ha contestato all’Italia la totale inadeguatezza degli investimenti pubblici nel Mezzogiorno e la mancanza quasi totale di fondi addizionali ai fondi europei da parte dello Stato centrale.  Occorre svoltare pagina,  ecco perché cosi concludono nella lettera   “ E’ necessario dunque illustre Presidente assumere decisioni forti ed urgenti. Occorre invertire la rotta stabilendo che gli investimenti e le risorse pubbliche per il Sud devono ammontare almeno al 50% del totale nazionale (ossia una volta e mezza la percentuale della popolazione residente al Sud)e di conseguenza per la Sicilia a  circa il 13%. Il Sud, la Sicilia ha bisogno di una corsia preferenziale nei grandi appalti perché è la Regione che più deve recuperare in infrastrutture rispetto al resto del Paese. Una corsia preferenziale,  limitata nel tempo,  nell’esecuzione degli appalti, una sorta di semplificazione che permetta di procedere spediti nell’assegnazione delle opere, magari aumentando i controlli sulle stazioni appaltanti . E’ un percorso insostenibile? E’ una vera e propria follia? No. E’ soltanto l’unico modo per recuperare il gap economico, occupazionale e infrastrutturale del Sud e della Sicilia. Altrimenti è proprio l’Italia che al Sud non ha più senso.” Infine una preghiera affinché la lettera sia presa in considerazione e trovi la giusta considerazione: “Illustrissimo Presidente, spero che vorrà prestare adeguata attenzione a questa nostra richiesta che è anche un grido di allarme.” Seguono le firme di ben 161 amministratori siciliani.

I SOTTOSCRITTORI DELLA LETTERA

  1. Giuseppe Catania (Sindaco del Comune di Mussomeli)
  2. Gianfranco Gentile (Presidente del Consiglio Comunale di Pettineo)
  3. Roberta Modica (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  4. Simone Mistretta (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  5. Enzo Guadagnino (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  6. Calogero Misuraca (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  7. Jessica Valenza (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  8. Toti Nigrelli (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  9. Gianluca Nigrelli (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  10. Carmelo Schembri (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  11. Graziella Dilena (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  12. Enzo Vullo (Consigliere Comunale di Mussomeli)
  13. Antonio Lupo (Presidente del Consiglio Comunale di Villalba)
  14. Alberto Petta (Presidente Consiglio Comunale Piana degli Albanesi)
  15. Alvaro Riolo (Sindaco di Acquedolci)
  16. Andrea Grillo (Vicesindaco di Pettineo)
  17. Andrea Monici ( Consigliere Comunale di San Marco D’Alunzio)
  18. Angela Marinaro ( Presidente Consiglio Comunale Motta D’Affermo)
  19. Angelo Giglio ( Assessore Comunale di Pettineo)
  20. Angelo Liberti (Consigliere Comunale di Pettineo)
  21. Angelo Pino ( Presidente del Consiglio Comunale di Merì)
  22. Angelo Tudisca (Ex consigliere di Tusa)
  23. Antonella D’angelo ( Presidente Consiglio Comunale Capizzi)
  24. Antonino Interdonato ( Consigliere Comunale di Messina)
  25. Antonino Musca (Sindaco di Sinagra)
  26. Antonio Lo Verde (Presidente Comitato Tecnico Distretto Turistico Cefalù Madonie)
  27. Carlo Ansaloni (Consigliere Comunale di Motta D’Affermo)
  28. Carmelo D’angelo (Sindaco di Ravanusa)
  29. Carmelo Miceli (Presidente del Consiglio Comunale di Nizza di Sicilia)
  30. Castrenze Tudisca (Consigliere Comunale di Pettineo)
  31. Cristina Scaccia ( Consigliere Comunale di Cammarata)
  32. Danilo Bevacqua ( Presidente Consiglio Comunale Giardini Naxos)
  33. Danilo Lo Giudice ( Sindaco di Santa Teresa Riva)
  34. Domenico Aliberti ( Presidente del Consiglio Comunale di Sant’Alessio Siculo)
  35. Domenico Ruffino ( Sindaco di Pettineo)
  36. Domenico Sammataro ( Consigliere Comunale di Tusa)
  37. Eleonora Milazzo ( Consigliere Comunale di Marsala)
  38. Enzo Crisà ( Sindaco di Ucria)
  39. Felice Germanò ( Presidente del Consiglio Comunale di Furnari)
  40. Filippo Dazzo ( Assessore Comunale di Lucca Sicula)
  41. Filippo Dolce ( Sindaco di Aliminusa)
  42. Filippo Giacobbe ( Consigliere Comunale di Nicosia)
  43. Filippo Rizzo ( Consigliere Comunale di Limina)
  44. Filippo Taranto ( Sindaco di Montalbano Elicona)
  45. Filippo Togaro ( Presidente Consiglio Comunale di Reitano)
  46. Francesca Draià ( Sindaco di Valguarnera Caropepe)
  47. Francesco Gambino ( Consigliere Comunale di Raffadali)
  48. Francesco Giancola ( Presidente Consiglio Comunale di Librizzi)
  49. Francesco Rizzo ( Consigliere Comunale di Lipari)
  50. Gaetano Grassadonia ( Sindaco di Bolognetta)
  51. Gaetano Scancarello ( Consigliere Comunale di Geraci)
  52. Giovanni Marino ( Presidente Consiglio Comunale San Giuseppe Jato)
  53. Giuseppe Catania ( Sindaco di Mussomeli)
  54. Giuseppe Cuva ( Consigliere Comunale di Motta D’Affermo)
  55. Giuseppe Di Dato ( Consigliere Comunale di Villafrati)
  56. Giuseppe Franco ( Assessore Comunale di Castel di Lucio)
  57. Giuseppe Lo Verde ( Sindaco di Polizzi Generosa)
  58. Giuseppe Minutilla ( Sindaco di San Mauro Castelverde)
  59. Giuseppe Nobile ( Sindaco di Castel di Lucio)
  60. Giuseppe Pintaudi ( Consigliere Comunale di Sant’Angelo di Brolo)
  61. Giuseppe Raffaele ( Consigliere Comunale di Gioiosa Marea)
  62. Ilaria Pulejo ( Assessore Comunale di Sant’Agata di Militello)
  63. Irene Pensillo ( Consigliere Comunale di Recalmuto)
  64. Laura Rudilosso (Consigliere Comunale di Pettineo)
  65. Leonardo Bascone ( Consigliere Comunale di Salemi)
  66. Lorena Grazia Mileti ( Consigliere Comunale di Castel di Iudica)
  67. Luca Agnello ( Consigliere Comunale di Santa Croce Camerina)
  68. Luigi Iuppa ( Sindaco di Geraci )
  69. Marcello Catanzaro ( Sindaco di Isnello)
  70. Marco Failla ( Consigliere Comunale di Caltagirone)
  71. Maria Domenica Drago ( Presidente Consiglio Comunale San Mauro Castelverde)
  72. Maria Grazia Russo ( Consigliere Comunale di Pettineo)
  73. Maria Miragliotta ( Presidente del Consiglio Comunale di Piraino)
  74. Maria Rita Speciale ( Assessore Comunale di Calascibetta)
  75. Maria Rosa Calcò (Presidente del Consiglio Comunale di Alcara Li Fusi)
  76. Marila Re (Presidente Consiglio Comunale Santo Stefano di Camastra)
  77. Mario Tosetto (Vicesindaco di Assoro)
  78. Marzia Patti (Consigliere Comunale di Trapani )
  79. Maurizio Adamo (Presidente Consiglio Comunale Gioiosa Marea)
  80. Mauro Piscitello (Presidente del Consiglio Comunale di Castelbuono)
  81. Paolo Barbera (Presidente del Consiglio Comunale di Tusa)
  82. Paolo La Lima (Consigliere Comunale di Resuttano)
  83. Pier Calogero D’Anna (Sindaco di Bompietro)
  84. Raffaele Torre (Presidente Consiglio Comunale Mazzarrà Sant’Andrea)
  85. Renato Di Blasi (Sindaco di Librizzi)
  86. Rosamaria Giordano (Sindaco di Roccapalumba)
  87. Rosario Di Marco (Consigliere Comunale di Pettineo)
  88. Rosario Patti (Presidente del Consiglio Comunale di Nissoria)
  89. Salvatore Alleca (Presidente Consiglio Comunale di Isnello)
  90. Salvatore Castiglia (Assessore di Sperlinga)
  91. Salvatore Castrovinci (Sindaco di Torrenova)
  92. Salvatore Giardina ( Sindaco di Mezzojuso)
  93. Salvatore Malluzzo ( Consigliere Comunale di Palma di Montechiaro)
  94. Salvatore Villardita ( Sindaco di Reitano)
  95. Salvatore Vittorio Fiore ( Sindaco di San Piero Patti)
  96. Salvo Campione ( Consigliere Comunale di Leonforte)
  97. Soccorso Stimolo ( Presidente del Consiglio Comunale di Castel di Lucio)
  98. Stefano Brianni ( Assessore Comunale di Calatabiano)
  99. Tecla Cupane ( Vicesindaco di Reitano)
  100. Valeria Rubuano ( Presidente Consiglio Comunale di Acquedolci)
  101. Vincenzo Amadore ( Vicesindaco di Galati Mamertino)
  102. Vincenzo Lionetto Civa ( Sindaco di Castell’Umberto)
  103. Vito Rizzo ( Sindaco di Balestrate)
  104. Giuseppe Di Blasi ( Consigliere Comunale di Termini Imerese)
  105. Pietro Quartararo ( Vicesindaco di Giuliana)
  106. Licia Fullone ( Consigliere Comunale di Termini Imerese)
  107. Michele Martella ( Presidente del Consiglio Comunale di Sant’Angelo di Brolo)
  108. Concetta Triscari (Presidente del Consiglio Comunale di Oliveri)
  109. Emanuela Ferrara ( Presidente del Consiglio Comunale di Terme Vigliatore)
  110. Marco Paratore ( Presidente del Consiglio Comunale di Antillo)
  111. Sabrina Coppolino (Presidente del Consiglio Comunale di Rodi Milici)
  112. Carmelo Tripi (Presidente del Consiglio Comunale di Tripi)
  113. Giuseppe Abbate (Presidente del Consiglio Comunale di Barcellona)
  114. Stefano Galvano ( Consigliere Comunale di Raffadali)
  115. Vincenzo La Porta ( Consigliere Comunale di Raffadali)
  116. Enrico Scozzarella ( Presidente del Consiglio di Valguarnera Caropepe)
  117. Ferdinando Smecca ( Presidente del Consiglio di Tremestieri Etneo)
  118. Vito Campo ( Presidente Ente Bilaterale Sicilia)
  119. Corrado Scrofano ( Presidente del Consiglio Porto Palo Capo Passero)
  120. Antonio Mesi ( Sindaco di Montemaggiore Belsito)
  121. Antonino Fabio ( Sindaco di Longi)
  122. Maurizio Ruggeri ( Sindaco di Piraino)
  123. Milko Cinà ( Sindaco di Bivona)
  124. Margherita La Rocca ( Sindaco di Montevago)
  125. Vittoria La Rosa ( Consigliere Comunale di Pettineo)
  126. Mimma Sturiale ( Presidente del Consiglio di Santa Teresa di Riva)
  127. Emanuela Triolo (Presidente del Consiglio Casalvecchio Siculo)
  128. Franco Scarpinato ( Sindaco di Giuliana)
  129. Francesco Mascellino ( Consigliere Comunale Castellana Sicula)
  130. Luca Li Vecchi ( Consigliere Comunale di Resuttano)
  131. Giuseppe Rocca ( Consigliere Comunale di Resuttano)
  132. Massimiliano Migliore ( Consigliere Comunale di Castellana)
  133. Fabio Truglio ( Presidente del Consiglio Montalbano Elicona)
  134. Paola Catania ( Assessore Mazzarrà Sant’Andrea )
  135. Santina Abbate ( Consigliere Comunale di Mazzarrà Sant’Andrea)
  136. Luca Musmeci ( Consigliere Comunale di Patti)
  137. Giacomo Purrazzo ( Consigliere Comunale di Capizzi)
  138. Ciro Caltabellotta ( Assessore di Lercara)
  139. Francesco Valenti ( Sindaco di Santa Margherita di Belice)
  140. Elisa Carbone ( Sindaco di Sommatino)
  141. Cono Condipodaro (Consigliere Comunale di Piraino)
  142. Salvatore Curcurutu (Presidente del Consiglio di Letojanni)
  143. Anna Garuccio (Consigliere Comunale di Trapani)
  144. Franco Calderaro (Sindaco di Castellana Sicula)
  145. Roberto Emmanuele (Consigliere Comunale di Vallelunga )
  146. Annamaria Mazzola (Vicesindaco di Castelbuono)
  147. Sebastiano Cannavò (Presidente del Consiglio di Graniti)
  148. Ettore Dottore (Sindaco di Alcara Li Fusi)
  149. Maurizio Lo Galbo (Assessore Comunale di Bagheria)
  150. Luciano Marino (Sindaco di Lercara Friddi)
  151. Giuseppe Modica (Consigliere Comunale Valledolmo)
  152. Giuseppe La Martina (Consigliere Comunale Valledolmo)
  153. Antonella Cavaleri (Consigliere Comunale Montemaggiore Belsito)
  154. Debora Buda (Consigliere della IV Circoscrizione del Comune di Messina)
  155. Giovanni De Luca (Sindaco di Fiumedinisi)
  156. Antonella Gugliotta (Consigliere Comunale di Lipari)
  157. Alessandro Amoroso (Assessore Sport Turismo e Spettacolo Comune di Santo Stefano di Camastra)
  1. Lorena Fulco (Consigliere della V Circoscrizione del Comune di Messina)
  2. Calogero Puleo (Presidente del Consiglio Comunale di Geraci Siculo)
  3. Nino Ginardi (Vice-Sindaco di Leonforte)
  4. Teresa Travaglia Cicirello (Consigliere Comunale di Militello Rosmarino)