Home In Primo Piano Operazione antiterrorismo nel Paese, perquisizioni e sequestri di telefoni e pc anche...

Operazione antiterrorismo nel Paese, perquisizioni e sequestri di telefoni e pc anche nel Nisseno 

526 views
0

Caltanissetta – Sequestrati cellulari e pc dalla Digos di Caltanissetta tar le pieghe di un’operazione, su scala nazionale, contro il terrorismo internazionale. Agenti di polizia e carabinieri sono stati impegnati.

Il servizio, che ha toccato diverse aree del Paese, è scattato in seguito a una “soffiata” all’antiterrorismo della polizia e de Ros attraverso il Federal bureau investigation statunitense, dell’esistenza di un sito di propaganda dell’organizzazione terroristica Isis presente nel dark web cui potevano aver fatto accesso dall’Italia.

Sono stati scandagliati qualcosa come duemila indirizzi “ip” riconducibili a visitatori dello stesso sito da cui, peraltro, era stato scaricato materiale di propaganda dell’organizzazione terroristica.

Gli utenti sono stati individuati e a loro carico è scattato il controllo. Tra questi, in particolare, sono state particolarmente attenzionate una trentina di posizioni che erano già state al centro di precedenti indagini o, altri ancora, segnalate dal comparto intelligence nazionale

«Sebbene il sito investigativo fosse stato rimosso dalla rete – è stato spiegato  dagli esperti –  secondo la tecnica ormai collaudata per cui gli amministratori delle pagine trasferiscono frequentemente i contenuti del dark web in spazi virtuali sempre nuovi, in modo da rendere l’individuazione ancora più difficoltosa, attraverso un capillare lavoro di ricerca nella rete globale è stato possibile ricostruire dettagliatamente i contenuti della webpage».

Tra i file scaricati vi sarebbero stati video e immagini di propaganda dell’organizzazione terroristica stato islamico, raccolte della rivista Al Naba, apparato ufficiale Daesh, comunicati dell’agenzia di stampa Amaq, organo di diffusione delle principali operazioni di Isis nel mondo, audio della casa mediatica Al Furqan e della radio emittente ufficiale di Is Al Bayan, manuali di tecniche di combattimento e auto-addestramento, oltre a file multimediali contenenti la storiografia del Califfato.

Sono stati sequestrati numerosi device oltre a materiale informatico ora al centro di approfondimenti investigativi da parte degli agenti delle digos

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.3 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi