Home Cronaca Premiati gli alunni dei professori Giusi Immordino e Raimondo Piazza alla 10″...

Premiati gli alunni dei professori Giusi Immordino e Raimondo Piazza alla 10″ edizione di “Damarete…da 2500 anni contro la violenza”

440 views
0

Villalba – Tanta emozione il 21 maggio scorso, quando una rappresentanza degli alunni delle classi II e III A del Plesso “Garibaldi” di Villalba dell’I.C. Vallelunga-Marianopoli, a.s. 2019/20, insieme ai docenti referenti Giusi Immordino e Raimondo Piazza, sono saliti sul palco della sala convegni dell’Istituto “Gallo” di Agrigento, alla presenza del prefetto di Agrigento e di altre importanti personalità della politica e della cultura, per ritirare il primo e il terzo premio della sezione grafo-pittorica del concorso “Damarete…da 2500 anni contro la violenza”, rivolto alle scuole secondarie delle province di Agrigento e Caltanissetta. Il concorso, giunto alla X edizione, è stato istituito dall’associazione “Focus-Group” Onlus con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale della provincia Agrigento per sostenere e promuovere la cultura della non violenza fra le giovani generazioni. La classe III A (a.s. 2019-2020) si è classificata al primo posto nella sezione grafo-pittorica con il dipinto dal titolo “L’amore si dona non si uccide” mentre la classe II A (a.s. 2019-2020) si è classificata al terzo posto con il disegno dal titolo “Vogliamo ancora credere alle fiabe dove la donna è un fiore da accudire e non un vetro da infrangere”.
In rappresentanza delle due classi premiate erano presenti gli alunni Dalila Costanza, Rosy Scarlata, Beatrice di Caro e Antonio Prematuro, che attualmente frequentano la Scuola secondaria di II grado. Infatti a causa dell’emergenza sanitaria Covid 19 non è stato possibile procedere alla premiazione nel 2020 e nel 2021. Per diversi anni, la preparazione degli elaborati da presentare al concorso è divenuta un momento di riflessione profonda su tematiche della violenza sulle donne, dello stalking, del bullismo, ecc. e sulle possibilità dell’arte di comunicare le proprie riflessioni con gli strumenti del linguaggio visivo, che talvolta risulta più efficace delle parole. Per questo motivo i risultati di un lavoro preparatorio costante e scrupoloso, svolto dai docenti referenti insieme agli alunni, fatto di riflessioni teoriche e di sperimentazione grafiche, negli anni sono stati eccellenti: le classi partecipanti si sono classificate quattro volte al primo posto, due volte al secondo e una al terzo. A sottolineare l’importanza del lavoro svolto, i docenti hanno ricevuto un attestato di merito con la seguente motivazione: “Per aver contribuito a radicare nei giovani alunni la cultura della non violenza e del rispetto della donna grazie ad un lavoro intriso di passione, sensibilità e impegno dando così rilievo a quei valori come l’amore e il rispetto, fondamenta delle buone relazioni sociali”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi