Home Cronaca Si rispetti il decoro delle bandiere italiana ed europea, richiamo del prefetto...

Si rispetti il decoro delle bandiere italiana ed europea, richiamo del prefetto rivolto a tutti gli uffici pubblici

310 views
0

Mussomeli – È un fermo richiamo, quello del prefetto, perché si rispetti il decoro delle bandiere della Repubblica Italiana e di quella dell’Unione europea esposte all’esterno e all’interno degli edifici pubblici.

Lo stesso prefetto Chiara Armenia s’è rifatta alle indicazioni giunte dall’ Ufficio del cerimoniale di Stato  della Presidenza del consiglio dei ministri, che più volte ha esortato gli uffici pubblici perché «provvedano  alla  corretta osservanza delle disposizioni che disciplinano l’esposizione  delle bandiere della Repubblica Italiana e di quella dell’Unione Europea all’esterno ed all’interno degli edifici pubblici, affinché  si dedichi  particolare cura nell’assicurare   il massimo  onore  dovuto  a uno dei simboli  dello  Stato democratico   e repubblicano».

Invito che è stato indirizzato ai sindaci e commissari straordinari dei comuni che formano il libero consorzio, a tutti dirigenti degli uffici pubblici statali e regionali e ai dirigenti scolastici.

Tutti stimolati perché impartiscano «le necessarie   disposizioni affinché si assicuri unattenta   e periodica   verifica dei vessilli, garantendo   sia la corretta esposizione, nel rispetto delle regole protocollari, sia che gli stessi non si presentino logori, scoloriti o strappati, provvedendo ad un ‘immediata    sostituzione delle bandiere che dovessero risultare in stato di degrado».

E sono state fornite anche precise indicazioni come protocollo vuole, ossia che  «alla  bandiera  nazionale   deve  essere  riservato  il posto  d’onore,   cioè  a destra  – a sinistra  per chi guarda  ponendosi   di fronte –   in caso  di esposizione   di due  bandiere  o al centro  nel caso  di  esposizione    di  tre  bandiere». Passando poi al codice penale che prevede la reclusione fino a due anni per «chiunque pubblicamente ed intenzionalmente distrugge, disperde, deteriora, rende inservibile o imbratta la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi