Home Cronaca Smerciavano droga sotto casa, condannati zio e nipote

Smerciavano droga sotto casa, condannati zio e nipote

660 views
0

Caltanissetta – Smerciavano droga. Questa la “lettura” del verdetto emessa dal giudice per due sospetti pusher arrestati dai carabinieri nell’estate dello scorso anno.

Sono il quarantunenne Alfonso Buttiglieri condannato a due anni, sei mesi e quattromila euro di multa e il ventunenne Salvatore Fiandaca che ha rimediato un anno, due mesi e duemila euro.

Le richieste del pubblico ministero erano state più severe mentre la difesa – gli Ernesto Brivido e Salvatore Baglio – hanno sollecitato l’assoluzione dei due finiti al cospetto del giudice Giuseppina Chianetta  per detenzione e spaccio di stupefacenti.

È nel luglio dello scorso anno che sono stati arrestati dai carabinieri. Microcamere piazzate in punti nevralgici avrebbero documentato diversi episodi di smercio di stupefacenti che sarebbero racchiusi nell’arco temporale da aprile a novembre di due anni fa.

Zio e nipote, secondo la tesi degli inquirenti, avrebbero smerciato crack e marijuana a San Cataldo. Talvolta lo scambio soldi-droga sarebbe avvenuto fuori, davanti l’abitazione di uno dei due, altre volte dentro l’auto degli stessi clienti.

Durante le intercettazioni a volte avrebbero parlato con i loro compratori esplicitamente di canne, denaro contante come provento dei reati, merce da consegnare erba dietro pagamenti in denaro, mentre altre volte avrebbero fatto ricorso a un linguaggio criptico parlando, ad esempio, di olio.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi