Home Cronaca Soldi per restituire mezzi rubati, quattro condanne in appello

Soldi per restituire mezzi rubati, quattro condanne in appello

462 views
0

Caltanissetta – Niente sconti di pena in secondo grado. Ferma restando la colpevolezza, anche le pene alla fine sono rimaste immutate. Nessuna limatura a eccezione di un solo imputato.

Così in questo secondo passaggio in aula legato a un’inchiesta legata a presunte richieste estorsive. Già perché prima avrebbero rubato mezzi e poi avrebbero preteso soldi per la restituzione. Secondo il sistema del cosiddetto cavallo di ritorno.

Restano fermi quattro anni di carcere per i gelesi Pasquale Trubia e – seguendo un ordine per entità – Salvatore Lignite con tre anni e Armando Ferrigno con un anno e quattro mesi. Esattamente come chiesto dalla procura generale.

Unico piccolo sconto di pena per Armando Ferrigno che è sceso dagli originari dieci mesi ai sei attuali sentenziati dalla corte d’Appello.

Tutti sono finiti al centro di una operazione di polizia che avrebbe pure documentato alcuni episodi con telecamere nascoste.

Perlopiù – secondo la ricostruzione degli inquirenti – sarebbero stati rubati ciclomotori e poi la banda avrebbe preteso quattrini per restituire quanto rubato.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi