Home Cronaca “Sono una mamma e una lavoratrice rispettabilissima eppure trattata come una...

“Sono una mamma e una lavoratrice rispettabilissima eppure trattata come una poco di buono”

5.390 views
0

Mussomeli –  Le hanno proposto  dei soldi per tentare di comprare la sua compagnia. Succede anche  questo nella provincia che sa essere puritana e puttana, nutrendosi di pregiudizi e pettegolezzi per diletto e dispetto.  Bersaglio di queste perverse e moleste attenzioni é Vera Voloshin, psicologa ucraina e gallerista  di 38 anni da quasi due residente a Mussomeli, che ha lanciato un appello contro i responsabili dei comportamenti molesti e offensivi che ha subito nella vita virtuale e reale. Non solo pappagallismo social dove gli aspiranti  Casanova, spesso ammogliati o impegnati,  non hanno remore  a rischiare lo spergiuro realtivo all’amore eterno promesso alla propria amata. “Molti uomini – racconta Vera – vanno oltre, inviando messaggi invadenti e sfrontati. Spiace perchè oltre a mancarmi di rispetto, nel caso degli uomini impegnati, sono irriguardosi anche nei confronti delle rispettive partner. Sui social la soluzione è semplice basta bloccare gli internauti inappropriati. Se questo è fastidioso, quello che mi ha veramente ferito sono le dicerie che hanno messo in giro sul mio conto. Maldicenze che pur essendo infondate hanno finito per ferirmi e umiliarmi. Sono una rispettabilissima e onesta mamma, sentimentalmente impegnata ed appagata che si procura da vivere con attività legalmente e moralmente lecite. Mi spiace – prosegue la donna –  che qualcuno abbia pensato che sia una poco di buono e si sia perfino permesso di offrirmi denaro per accompagnarsi a me. Una proposta offensiva e sconvolgente, stentavo a credere che si potesse arrivare a questo punto. E’ un comportamento sessista, indegno e che non mi rende giustizia.  Non permetto a nessuno di mettere in dubbio la mia moralità e sono pronta a difendere la mia rispettabilità nelle sedi opportune. Molte, troppe donne devono subire attacchi sessisti, io invito a uscire allo scoperto e se ci sono i presupposti a denunciare.  A Mussomeli ho trovato una grande accoglienza, gente fantastica, penso che queste persone zozze e barbare, per fortuna una minoranza,  siano un freno per l’immagine e la crescita sociale e culturale del paese. Infine qualcuno nel 2023  continua a pensare che le donne straniere siano di facili costumi, purtroppo, confrontandomi  con donne provenienti dall’estero, sembra che questo preconcetto sia duro a sparire. Io credo che il rispetto per le donne debba prevalere ed essere garantito sempre e comunque. Se qualcuno ha problemi a rapportarsi con l’altro sesso e non conosce il senso della misura, è inammissibile  che sia io a pagarne le conseguenze. Non sono arrabbiata con questi uomini ma  se un uomo sposato vuole mostrare segni di attenzione verso altre donne, dovrebbe rivolgersi a uno psicologo con una domanda: cosa non mi va bene nella mia vita e come posso migliorarla? “.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.1 / 5. Vote count: 9

Vota per primo questo articolo

Condividi