Home Cronaca «Sparò a due donne», parola alla Cassazione sull’ipotesi di tentato omicidio

«Sparò a due donne», parola alla Cassazione sull’ipotesi di tentato omicidio

306 views
0

Caltanissetta – Parola alla Cassazione. Chiamata a vagliare il ricorso avanzato sull’onda di un precedente pronunciamento del tribunale sulla contestazione mossa dalla procura.

Così per il sessantaseienne gelese Giuseppe Nocera finito nei guai perché accusato di avere fatto fuoco contro un paio di donne, ferendone una al braccio.

E per l’accusa in quest’azione si profilerebbe la pesante ipotesi di tentato omicidio. Così ha ritenuto nel successivo passaggio anche il “Riesame”.

Da qui l’istanza alla Suprema Corte, sull’ipotesi di reato, alla luce, peraltro, del pronunciamento del gip che quel provvedimento, dal punto di vista formale, non lo aveva neanche convalidato.

I fatti in questione risalgono al settembre scorso quando l’uomo sarebbe intervenuto nel momento in cui – secondo la tesi a discolpa – due ragazze avrebbero minacciato il figlio. E in quei frangenti avrebbe temuto un’aggressione.

Così avrebbe tirato fuori una pistola – arma che peraltro non è mai saltata fuori durante le indagini – e avrebbe fatto fuoco al loro indirizzo.

S’è poi giustificato asserendo che voleva solo spaventare le due, non mirando assolutamente contro, per indurle a lasciare in pace il figlio

Una delle giovani, però, sarebbe stata colpita a un braccio. Da qui a carico del destinatario della misura l’accusa di tentato omicidio

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi