Home Cronaca «Sparò al rivale», condannato a 8 anni per tentato omicidio

«Sparò al rivale», condannato a 8 anni per tentato omicidio

538 views
0

Caltanissetta – Condanna confermata per un giovane accusato di avere fatto fuoco contro il rivale, rischiando di ucciderlo. E anche in appello l’accusa ha retto al vaglio dei giudici.

Così, nel concreto, sul capo del ventinovenne riesino Loris Cristian Leonardi – difeso dagli avvocati Carmelo Terranova e Danilo Tipo – è piovuta la pena a 8 anni e 2 mesi di reclusione per tentato omicidio.

Questo il verdetto emesso dalla corte d’Appello che ha accolto le richieste della procura generale che ha proposto la conferma del precedente pronunciamento.

È stato ritenuto responsabile del fallito agguato ai danni del trentottenne, pure lui di Riesi, Salvatore Tardanico (assistito dall’avvocato Giacomo Vitello) raggiunto da alcuni colpi di pistola. E se inizialmente si era costituito parte civile, poi ha rinunciato.

Il fallito agguato, che secondo la tesi accusatoria sarebbe maturato per questioni passionali, risale alla notte del 30 aprile di cinque anni addietro.

Mentre stava rincasando, nel centralissimo viale Don Bosco di Riesi, sono stati esplosi alcuni colpi di pistola contro di lui. E per diverse settimane il ferito è rimasto in coma all’ospedale Civico di Palermo.

Poi le indagini dei carabinieri si sono catalizzate su due giovani che sono stati riconosciuti attraverso le immagini di un impianto di videosorveglianza.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi